La Festa dell’apparizione ricorda l’aiuto della Madonna dei fiori a Egidia Mathis

Bra: i 50 anni di Messa di don Boarino

BRA 1336-2016: 680 anni di devozione popolare alla Madonna dei fiori. È questo uno dei significati della Festa dell’apparizione che si celebrerà giovedì 29. Presso uno dei tanti piloni presenti nelle nostre campagne, circondato da pruni selvatici, la Madonna apparve il 29 dicembre 1336 per difendere dall’insidia di due soldati una donna braidese in attesa di un bambino, Egidia Mathis. La Vergine lasciò sul posto una visibile traccia della sua apparizione, facendo sbocciare dai rami senza foglie di quei pruni selvatici delle candide corolle.
Questo il programma delle celebrazioni. Mercoledì 28 Messe alle 8, 9, 11 e 17.30; alle 14.30 Adorazione eucaristica. Il santuario nuovo accoglierà il pellegrinaggio di Federvita (organo federativo dei Movimenti per la vita del Piemonte). Giovedì 29: Messe alle 8, 9, 10.30 (celebrata da monsignor Piero Delbosco, vescovo di Cuneo e Fossano), 15 e 17.30 (in suffragio dei benefattori e dei rettori del santuario). li.fe.

Banner Gazzetta d'Alba