Il Rotary club albese incontra Amatrice per dare un aiuto ai terremotati

Il Rotary club albese incontra Amatrice per dare un aiuto ai terremotati

ALBA Nella tradizionale festa degli auguri il Rotary club Alba ha anche effettuato un service speciale, dedicato al banco alimentare, sviluppando una collaborazione con l’associazione Marta & Maria, che gestisce un presidio di generi di prima necessità.
I soci hanno contribuito con generosità, offrendo derrate alimentari che saranno destinate a famiglie in difficoltà. «L’iniziativa ricalca quanto già donato negli anni scorsi, sempre in occasione delle festività natalizie», spiega il presidente del club Luca Zanvercelli. «Noto con orgoglio come, a sessant’anni dalla fondazione, il Rotary Alba sia ancora un punto di riferimento a supporto della comunità e che confermi la vocazione al servizio con rinnovato entusiasmo di chi lo rappresenta».

Amatrice 2.0

Nell’occasione è stato dato spazio a Evita Casciano, una giovane cittadina amatriciana fondatrice dell’associazione Amatrice 2.0, che in queste settimane è nelle Langhe per far conoscere la sua testimonianza e i suoi progetti. A questo proposito il distretto rotariano 2032 ha assegnato un contributo di 40mila euro alle attività produttive di Accumoli e Norcia per aiutare a far ripartire l’economia del territorio.
Il club ha ospitato anche Diego Manetti che ha proposto una riflessione sulla nascita di Gesù e sul tempo liturgico dell’Avvento, con un invito a non fermarsi ai significati più superficiali.
Nel primo semestre dell’anno rotariano la delegazione albese ha completato molti service, tra cui si rammentano: la donazione di un ecografo portatile all’Asl Cn2 (in collaborazione con il club Bra) che consente anche esami a domicilio; una serie di finanziamenti a progetti della cooperativa Il coccio e la tela; una borsa di studio nell’ambito del premio Caffa-Righetti e una quota alle vaccinazioni antipolio.
Alessio Bottigliero

Banner Gazzetta d'Alba