La pera Madernassa ha conquistato il pubblico mondiale alla Fiera di Berlino

La pera Madernassa ha conquistato il pubblico mondiale alla Fiera di Berlino
Armando Accossato e Franco Artusio nello stand della pera Madernassa all'interno di Fruit logistica a Berlino

AGRICOLTURA

Successo e consapevolezza di innumerevoli possibilità per l’agricoltura roerina. Questo il bilancio della partecipazione alla fiera Fruit logistica di Berlino. Al centro di tante aspettative e soddisfazioni, in mezzo agli altri prodotti, dai vini alle nocciole, è stata la pera Madernassa.

“Portacolori” delle produzioni agricole della sinistra Tanaro sono stati, invece, il Comune di Guarene, il consorzio di tutela e la Confraternita della Madernassa.

Li ha accolti, da mercoledì 8 a venerdì 10 febbraio, per il quarto anno, lo stand della Asprofrut di Lagnasco, dove in particolare le pere roerine hanno attirato curiosi da tutto il mondo.
«La fiera si è confermata una bella occasione per far conoscere le eccellenze della sinistra Tanaro», ha commentato Armando Accossato, assessore guarenese all’agricoltura. «Abbiamo raccolto una quarantina di contatti utili per esportare i nostri prodotti all’estero; ieri sera, lunedì 21 febbraio, li abbiamo presentati ai coltivatori guarenesi».

Del frutto piace molto la versatilità

Grazie al ridotto apporto calorico e al basso contenuto di zuccheri, la pera Madernassa è piaciuta quale frutto adatto a tutti, anche perché, specie in questi ultimi anni, è stato protagonista di trasformazioni e nuove ricette.
Uno degli esempi più interessanti di queste “reinterpretazioni” è il Maderè, il sidro a base di pera Madernassa realizzato dai giovani agricoltori Massimo Rivata ed Emanuele Borio.
«Nel 2016 abbiamo prodotto circa 3mila bottiglie di sidro, che abbiamo venduto in zona e presentato in fiere in giro per l’Italia», riassume Rivata, che aggiunge: «Stiamo lavorando, inoltre, per organizzare nuove degustazioni a Mentone, nel ristorante italiano Pasta Piemonte, con il quale avevamo già collaborato altre volte».

Un nuovo traino per l’economia roerina?

Al sidro si è aggiunto di recente un nuovo prodotto: la birra alla pera Madernassa. «Questa birra nasce dalla collaborazione con il birrificio Alba di Guarene», spiega Massimo Rivata, che aggiunge: «L’anno scorso abbiamo prodotto circa 700 litri, ma sono andati a ruba in poche settimane: a giorni abbiamo in programma di far partire una nuova produzione».
Ma la pera Madernassa è un frutto che non smette di riservare sorprese.
«Stiamo lavorando a nuovi prodotti a base di pera Madernassa, ma è ancora troppo presto per parlarne», anticipa il produttore, che conclude confermando: «Per ora continuiamo con la produzione di sidro e, insieme al consorzio di tutela della pera Madernassa, quella di pere sottovuoto, di cui nel 2016 sono state realizzate ben 10mila confezioni».

Alessia M. Alloesio

Banner Gazzetta d'Alba