Rinviato al 20 febbraio l’incontro di Santo Stefano sull’Asti secco

L’Asti tiene bene e torna in televisione

SANTO STEFANO BELBO È stato rinviato al 20 febbraio, alle 10, presso l’auditorium della fondazione Cesare Pavese, in piazza Confraternita a Santo Stefano Belbo, il forum sull’Asti secco, in programma lunedì 6.

Un incontro, promosso dall’Associazione dei Comuni del Moscato, al quale sono invitati i parlamentari e i giornalisti del Piemonte, per discutere sulla proposta di una nuova denominazione di un Asti Docg non dolce. Un ennesimo dibattito su come il Piemonte possa appoggiare e promuovere in tutte le sedi un progetto che pare essere strategico non solo per la filiera del Moscato, ma per tutta l’economia della regione.

«L’incontro», come si legge nella comunicazione dell’Associazione dei Comuni del Moscato, «è stato rinviato per il forfait dato dal Consorzio di tutela dell’Asti». Nella lettera a firma del presidente Gianni Marzagalli, il Consorzio si dissocia dall’iniziativa, ritenendola inopportuna e addirittura adombrando possibili «complicazioni da intempestive informazioni sui media»

Non è dello stesso parere il presidente dell’Associazione dei Comuni del Moscato e sindaco di Santo Stefano Belbo, Luigi Genesio Icardi: «Pur non condividendo le argomentazioni del Consorzio, per senso di responsabilità verso la filiera e nel rispetto del territorio ho ritenuto opportuno, d’intesa con le Associazioni agricole, rinviare l’incontro».

Fabio Gallina

Banner Gazzetta d'Alba