Bra: il Sindaco e la Giunta espongono il bilancio di metà mandato

Sindaco e Giunta

COMUNE Il resoconto ha spaziato dalle finanze all’ambiente, fino alle opere pubbliche
Lo hanno chiamato «rendiconto di metà mandato» e lo hanno presentato a un folto pubblico, convenuto nell’auditorium della Cassa di risparmio di Bra venerdì sera (24 febbraio).

Sul palco c’era tutta la Giunta: il primo cittadino Bruna Sibille e gli assessori Luciano Messa, Gianni Fogliato, Fabio Bailo, Sara Cravero e Massimo Borrelli. A coordinare i loro interventi, il funzionario comunale Raffaele Grillo.

La serata è stata aperta dal presidente del Consiglio comunale Biagio Conterno, che ha ricordato i 22 Consigli convocati in questi due anni e mezzo e le 60 riunioni dei capigruppo, che hanno caratterizzato finora la vita amministrativa braidese.
Poi è iniziata l’esposizione del «già fatto» da parte dei vari assessori, interventi tutti integrati dalle considerazioni di alcuni consiglieri con deleghe particolari.

Cravero: l’aria è più pulita

Sara Cravero (ambiente) ha presentato i risultati della lotta all’inquinamento atmosferico, citando i 43 sforamenti del limite delle Pm10 nell’intero anno passato contro i 62 del 2015 e addirittura i 170 del 2013. Ha poi accennato al Paes (Piano d’azione per l’energia sostenibile), ai vari appuntamenti di “puliamo il mondo” e alla “chiamata alle A.r.m.i.” (ambiente, rifiuti, miglioriamolo insieme). L’assessore alla cultura Fabio Bailo ha messo l’accento sulla stagione teatrale del Politeama, che sta avendo un grande successo, con il 75% dei posti venduti in abbonamento e il sold out per vari spettacoli.

Fogliato punta alla coesione sociale

Per l’assessore al bilancio Gianni Fogliato, l’obiettivo più importante è quello della «coesione sociale». A fronte di un taglio alle risorse di oltre 2,5 milioni di euro, non si sono toccati i capitoli di assistenza e solidarietà; interessante il dato fornito da Fogliato, relativo ai 30mila euro – raccolti da privati – grazie alla «sussidiarietà circolare». Riqualificazioni e viabilità, rifacimenti di intere vie, parcheggi, pedonalizzazione e attenzione all’arredo urbano: questi i temi trattati dall’assessore ai lavori pubblici e viabilità Luciano Messa. Infine Massimo Borrelli ha messo in risalto il Pums (Piano urbano mobilità sostenibile) con il lancio della nuova campagna “Cambia marcia, usa la testa”, che intende promuovere proprio una nuova mobilità, rispettosa dell’ambiente. Poi il sindaco. Dopo una carrellata sull’urbanistica e sulla variante n. 1 al Piano regolatore generale, ha spaziato dalla sicurezza (telecamere passate da 15 alle attuali 44), alle borse lavoro e ai tirocini formativi, dagli orti urbani all’autostrada At-Cn che non c’è, per concludere con l’ospedale unico, da ultimare entro il 2018. In chiusura, dopo molti ringraziamenti, l’ufficializzazione del cambio di vicesindaco: la carica, senza cambiamenti di deleghe, passa da Gianni Fogliato a Massimo Borrelli.

Valter Manzone

Banner Gazzetta d'Alba