Si apre la mostra su Bernardo Vittone, maestro del barocco

Nel Coro della Maddalena una mostra dedicata a Bernardo Vittone
La chiesa di Santa Chiara a Bra, opera di Bernardo Vittone

BRA Gli Amici dei musei presentano le opere a palazzo Mathis da sabato 4 marzo
Per celebrare i vent’anni dalla fondazione, gli Amici dei musei di Bra, in collaborazione con il Comune, presentano la mostra dedicata a Bernardo Vittone, un architetto nel Piemonte del ’700. Spiega il presidente dell’associazione, Adalberto Bianchi: «Allestita dallo studio Gaidano & Matta di Chieri, la mostra presenta per la prima volta tutte le opere del celebre architetto, anche attraverso una pubblicazione ricca iconograficamente e molto documentata».

Il torinese Bernardo Antonio Vittone (1704-1770) iniziò la sua carriera sotto la guida dello zio, l’architetto Gian Giacomo Plantery, quindi entrò nello studio di Filippo Juvarra. Completò la sua formazione a Roma, studiando le opere antiche e quelle dei grandi maestri del barocco – Bernini e Borromini – con particolare preferenza per quest’ultimo. Una delle opere più prestigiose del Vittone è senza dubbio la chiesa di Santa Chiara, sita in via Barbacana, splendida nella sua struttura armoniosa e suggestiva per gli effetti di luce sempre diversi a seconda delle ore della giornata. Altro progetto celebre di Vittone è la chiesa della Maddalena, ad Alba. Ancora Bianchi: «La mostra è dedicata a padre Ettore Molinaro, il cui ricordo è sempre abbinato a Santa Chiara, alla quale dedicò cure straordinarie».

L’inaugurazione dell’esposizione è in programma alle 17 di sabato 4 marzo, al piano nobile di palazzo Mathis; seguirà una visita guidata alla chiesa, curata da Lidia Botto.

La mostra, a ingresso libero, resterà aperta fino a sabato 1° aprile, con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 18, mentre il sabato e la domenica dalle 9 alle 12. Alcuni alunni del corso turistico dell’istituto Guala e dei licei di Bra saranno le guide e accompagneranno in Santa Chiara i visitatori.

Valter Manzone

Banner Gazzetta d'Alba