A Pasqua l’Alba segreta nei musei e nei sotterranei

A Pasqua l’Alba segreta nei musei e nei sotterranei

APPUNTAMENTI Pasqua e Pasquetta sono isole di tregua, momenti di sospensione e parentesi di riposo. Due gli eventi organizzati dall’associazione Ambiente e cultura in questa cornice: il primo è il Museo dei piccoli, che consente ai genitori di usufruire del servizio di baby-parking – occorre prenotare – messo a disposizione dal museo Federico Eusebio.

Spiega il presidente dell’associazione, Marco Mozzone: «La formula è quella consueta: i bimbi saranno accompagnati per la visita giocata a una delle sezioni del museo, durante la quale attraverso attività ludiche apprenderanno curiose notizie sui nostri antenati preistorici, su come si comportano gli animali del bosco o su come vivevano gli antichi Romani. Dopo la visita non potrà mancare il momento della merenda: gustosa e sana, con prodotti biologici e del commercio equo e solidale. Infine, durante un laboratorio pratico, i bambini potranno creare con le proprie mani un piccolo ricordo della giornata da portare a casa».

Visite guidate a misura di bambino

Le date del Museo dei piccoli sono venerdì 14 e martedì 18 aprile – dalle 15.30 alle 18 –, coinvolgeranno i bambini dai 5 ai 10 anni e avranno un costo di sei euro a bambino, con riduzione a quattro euro per fratelli e sorelle o per chi partecipa a entrambe le date. Per informazioni è possibile inviare un messaggio di posta elettronica all’indirizzo info@ambientecul tura.it oppure mandare un Sms al 342-64.33.395.

Nella stessa cornice di Pasqua e Pasquetta, Alba sotterranea, il percorso grazie a cui è possibile visitare i sotterranei della città in compagnia di un archeologo, mette in calendario tre date speciali – sabato 15, domenica 16 e lunedì 17 aprile dalle 10.30 alle 18.

Secondo Marco Mozzone: «Un visitatore di Alba sotterranea può scoprire che il motto “Il passato è sotto ai tuoi piedi” è vero alla lettera, in un luogo dalla storia millenaria come Alba. Chi partecipa al percorso non scopre solo una civiltà nascosta, ma anche il rapporto stretto che unisce la città romana a quella medievale e queste al contesto urbano attuale: è un rapporto “fisico” di grande continuità, che fa ben intendere quanto siano profonde le nostre radici culturali. Prendiamo a prestito le parole di un visitatore, che ci ha spiegato come per lui partecipare alla visita è stato “simile al prendere un ascensore nello spazio e nel tempo”. Ora, quando cammino per via Maestra – o via Vittorio Emanuele II – non mi pare più di camminare al pian terreno, ma al secondo o terzo piano di un grande palazzo che racchiude tutta la città e la sua storia».

Per partecipare ad Alba sotterranea è necessario prenotare a info@ambientecultura.it o (soltanto tramite un Sms) al 339-73.49.949.

Gli orari di apertura del Sistema museale albese

A Pasqua e Pasquetta gli orari dei siti del Sistema museale albese saranno: chiesa di San Giuseppe dalle 14.30 alle 18.30; chiesa di San Domenico dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30. Il centro studi Beppe Fenoglio a Pasqua resterà chiuso, lunedì 17 sarà aperto dalle 14.30 alle 18.30.
Oltre alle proposte di Alba sotterranea e del Museo dei piccoli, il museo civico archeologico di scienze naturali Federico Eusebio a Pasqua e Pasquetta sarà aperto dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19.

Il Museo diocesano (ingresso dal campanile della cattedrale di San Lorenzo, in piazza Rossetti) a Pasqua e Pasquetta sarà aperto dalle 14.30 alle 18.30. Il Mudi propone anche un’esposizione temporanea di due opere di Dedalo Montali, rimando al Museo d’arte religiosa e sacra di Rodello: le due opere selezionate sono l’Angelo musicale e Il buon pastore.

Banner Gazzetta d'Alba