Canova: “Revocata la sospensione della somministrazione all’interno della bocciofila”

Chiusa dai Nas la bocciofila albese per carenze igienico-sanitarie

ALBA Revocata la sospensione dell’attività di somministrazione all’interno della bocciofila albese. Venerdì 12 maggio l’Asl su segnalazione dei Nas di Alessandria sospendevano l’attività del ristorante della bocciofila dando il via a una diatriba politica tra il sindaco e il presidente Mario Canova.

Mario Canova dichiara:

«Comunico che in data odierna, giovedì 18 maggio, i funzionari dell’Asc Cn2 hanno effettuato opportuno sopralluogo in seguito alla “visita” dei Nas di Alessandria ed hanno provveduto a rilasciare opportuno verbale per la revoca della sospensione dell’ attività di somministrazione»

A dire del presidente è stato fatto molto rumore per nulla: «È stato fatto tanto rumore per nulla in quanto in soli due giorni sono stati realizzati gli adempimenti richiesti dagli enti sopracitati, e mi permetto anche di far sommessamente presente che se il sopralluogo dei Nas non fosse avvenuto di venerdì  sera 12 maggio, con impossibilità di poter intervenire tempestivamente se non attendere l’apertura degli uffici il giorno lunedì 15 maggio, non ci sarebbe stato neanche il tempo di riempire le pagine di giornali.

A tal fine vorrei sinceramente ringraziare i funzionari dei Nas di Alessandria che nell’adempimento del loro lavoro ci hanno dato la possibilità di migliorare il nostro servizio all’interno della Bocciofila e i funzionari dell’Asl di Alba che si sono adoperati nel pieno delle loro capacità per concludere in modo tempestivo e positivo la pratica di adeguamento sanitario.

Concludo dicendo che non voglio alimentare ulteriori polemiche politiche e ritengo che se vi fosse stata maggiore collaborazione si sarebbe risolto il problema cercando di comprendere il vero obbiettivo che era quello di tutelare gli utenti della Bocciofila».

 

Banner Gazzetta d'Alba