L’assessore Martini: Bus ogni mezz’ora e più fermate su tutte le linee

L'assesore Martini: «Bus ogni mezz’ora e più fermate su tutte le linee

TRASPORTI Ad Alba la metà del traffico urbano è causato dai residenti, che si spostano utilizzando l’automobile, anche se si tratta di distanze limitate. Come conseguenza, code alle ore di punta e un impatto negativo in termini ambientali. È il quadro emerso da un’analisi condotta dall’Agenzia della mobilità piemontese, che è al lavoro con l’Amministrazione comunale per migliorare il trasporto pubblico cittadino.

Al momento, sono tre le linee urbane che transitano per Alba, con una corsa ogni ora. Una situazione che sembra disincentivare i residenti a scegliere l’autobus, come spiega l’assessore ai trasporti Rosanna Martini: «I tempi di attesa sono troppo lunghi, in particolare per quanto riguarda la linea 1, che collega Ricca alla frazione di Racca. Per questo, entro il 1° luglio, abbiamo intenzione di apportare un’importante modifica: corse ogni mezz’ora, per tutte le linee urbane».

E prosegue: «In questo modo, i cittadini avranno a disposizione un servizio più comodo e veloce». Non solo tempi più ravvicinati, ma anche una rete più ampia: «Per incentivare l’uso dei mezzi pubblici, stiamo lavorando per aggiungere altre fermate, in modo da raggiungere quelle aree che sono rimaste escluse e che in questo modo saranno collegate al resto della città grazie agli autobus».

Oltre ad apportare modifiche al trasporto pubblico, l’Amministrazione è attiva sul fronte della sensibilizzazione: «È importante favorire un cambiamento di mentalità, incentivando le persone a utilizzare gli autobus. Per questo, abbiamo diffuso un questionario nelle scuole elementari e medie, per sondare le opinioni delle famiglie. Inoltre, nei prossimi mesi seguiranno altre iniziative di questo tipo, rivolte a tutta la comunità».

Interessanti i primi risultati della linea verde, la navetta gratuita introdotta dal 1° marzo, contestualmente alla pedonalizzazione del centro storico: «Durante il primo mese di attivazione, sono stati 2.400 i passeggeri che hanno scelto il piccolo bus. Considerando che si tratta di un servizio sperimentale, possiamo dire di aver superato la diffidenza iniziale e di aver raggiunto un ottimo risultato, soprattutto durante i fine settimana. A utilizzarla, molti anziani e studenti delle scuole del centro».

Martini conclude: «Con le novità introdotte dal 1° luglio, potremo iniziare a lavorare anche sul miglioramento di questo servizio aggiuntivo prezioso per la città».

f.p.

Banner Gazzetta d'Alba