Bloccato autobus romeno con 59 kg di tartufi illegali diretti in Piemonte

Sequestrati trenta chili di tartufi nel Cheraschese

TARTUFO Circa 59 chili di tartufi privi di qualunque documentazione fiscale, commerciale e di sicurezza alimentare, provenienti dalla Romania e diretti in Piemonte, sono stati sequestrati dalla Guardi di Finanza al valico di confine fra Slovenia e Italia, a Fernetti, a pochi chilometri da Trieste.

I tartufi sono stati ritrovati su un autobus di linea fra Romania e Italia.

I tartufi, del valore sul mercato intorno ai 10.000 euro, sono stati scoperti durante un controllo notturno a un autobus di linea fra Romania e Italia.

Insospettiti dall’atteggiamento evasivo e intimorito dell’autista, i finanzieri hanno controllato l’autobus e hanno trovato cinque contenitori di polistirolo con i tartufi.

L’autista non è stato in grado di riferire la destinazione finale dei tartufi sostenendo che erano diretti a un non meglio identificato cittadino di origine romena.

Il sequestro è stato deciso per la violazione della normativa europea in materia di rintracciabilità dei prodotti ad uso alimentare.

Ansa

Banner Gazzetta d'Alba