Una delegazione francese a rende omaggio al Cottolengo

Una delegazione francese a rende  omaggio al Cottolengo

BRA è la città che ha dato i natali a san Giuseppe Benedetto Cottolengo, come con orgoglio recitano i cartelli che qualche anno fa ha fatto apporre il sindaco Bruna Sibille, nel nome del Cottolengo si è firmato un patto d’amicizia con San Pons, il villaggio dell’Ubaye da cui provengono i nonni del Cottolengo e che il 22 aprile è stato visitato di una delegazione braidese: il delegato per i rapporti con le città gemellate Lino Ferrero, oltre agli artefici del patto d’amicizia, Livio Bramardi e Giacomo Berrino.

Quest’anno ricorrono anche i 100 anni della Beatificazione (la canonizzazione avvenne nel 1934) e la Famiglia cottolenghina, composta da sacerdoti (a Bra il parroco di Sanfrè don Michele Bruno), suore, fratelli, cooperatori, semplici amici dell’opera del Cottolengo.

Sabato 10 giugno Pellegrinaggio della Famiglia Cottolenghina

Alle 11 Messa solenne al Santuario della Madonna dei fiori, presieduta da vescovo di Asti, mons. Francesco Ravinale, seguirà pranzo al Santuario. Alle 14 trasferimento presso la casa natale e dalle 15 festa della Famiglia cottolenghina sull’ala antistante la casa natale, musica e stand con possibilità di interagire insieme agli ospiti nelle tipiche attività cottolenghine. Alle 16.30 momento di preghiera conclusivo nella chiesa di Sant’Andrea e alle 17 partenza della reliquia per Torino.

Sempre sabato 10 giugno il cortile di casa Cottolengo sarà aperto ai visitatori con possibilità di un video sulle stanze interne della casa e sulle opere cottolenghine nel mondo. Per l’occasione dell’esposizione della reliquia, da San Pons arriverà una delegazione del Comune guidata dal vicesindaco Dominique Okrolig in vece del sindaco Martine Espinat: saranno presenti alla Messa in Santuario successivamente guidati dal delegato ai gemellaggi Lino Ferrero e da Livio Bramardi alla reliquia del Santo della Carità in Sant’Andrea e alla visita alla casa natale del Santo.

Lino Ferrero

Banner Gazzetta d'Alba