Quasi mille bambini in piazza Duomo per la “Festa delle buone energie” di Egea

Quasi mille bambini in piazza Duomo per la "Festa delle buone energie" di Egea 2

EGEA Giovedì 1° giugno l’energia dell’entusiasmo ha invaso piazza Duomo, nel cuore di Alba. Qui si sono ritrovati quasi mille bambini delle classi terze, quarte e quinte delle scuole primarie per la “Festa delle buone energie”, il momento conclusivo del progetto di educazione ambientale promosso nei quattro istituti comprensivi della città dal Gruppo Egea, anche a seguito dell’aggiudicazione, da parte della sua controllata “Stirano”, del servizio di raccolta rifiuti albese.

Mostra a cielo aperto.

Al loro arrivo in piazza, gli alunni hanno visitato la mostra a cielo aperto allestita con i cartelloni realizzati proprio da loro durante i cinque momenti di approfondimento in classe previsti dal percorso formativo, portato nelle aule fin da ottobre dall’associazione “Open” di Alba e coordinato da Pier Giuseppe Cencio, già dirigente scolastico e attuale presidente del Consorzio socio-assistenziale.

Applausi agli ecovolontari.

Calore ed entusiasmo per gli ecovolontari, figure innovative introdotte proprio con il nuovo servizio ambientale di Alba per accrescere la sensibilità degli albesi verso l’ambiente.

Insegnanti in pensione, nonni e genitori hanno costituto un affiatato gruppo che è diventato un punto di riferimento per gli alunni.

Per l’intero anno scolastico, gli ecovolontari hanno infatti affiancato i bambini prima nelle lezioni esperienziali svolte in classe, poi nelle uscite didattiche all’ecocentro di Alba, al preselettore di Sommariva del Bosco (gestiti dal Consorzio albese braidese servizi rifiuti), e alla centrale idroelettrica di Santa Vittoria e all’impianto a biogas di Vottignasco del Gruppo Egea. Gli ecovolontari, accolti al termine della festa nella sede di Egea per brindare al buon esito dell’iniziativa, sono stati premiati sul palco con una simbolica “laurea ambientale”. A conferirla sono stati l’Amministratore Delegato del Gruppo Egea PierPaolo Carini, la dottoressa Carla Perotti del Consiglio di Gestione del Gruppo Egea, a sua volta ringraziata dagli ecovolontari per la vicinanza al progetto, il presidente del Consiglio di Sorveglianza del Gruppo Egea Olindo Cervella e il sindaco di Alba Maurizio Marello, affiancato dalla Giunta.

Magia e giochi con Tita, Tato e Egeolo.

Sono ormai divenuti dei simboli anche Tita e Tato, i due marziani vestiti con indumenti rigorosamente riciclati che sono stati i protagonisti delle ecolezioni e delle visite agli impianti.

Nella festa finale, accompagnati dalla simpatia di Egeolo, i due personaggi fantastici hanno dato vita a un divertente spettacolo con musica e magia, grazie anche a Mago Magicus.

Emozionante il lancio sulla piazza di palloncini giganti, che i bambini hanno rincorsi con grande entusiasmo fino al momento finale, in cui sono stati liberati in cielo tanti palloncini colorati, sulle note della canzone di Tita e Tato.

I ringraziamenti di Egea.

Il Gruppo Egea ringrazia tutti i bambini che hanno partecipato al progetto perché sono stati il cuore e la vera energia dell’iniziativa, tutte le insegnanti, i coordinatori di plesso e i dirigenti scolastici per la disponibilità dimostrata e per l’ottima collaborazione instaurata.

I ringraziamenti dell’azienda vanno anche al  professor Pier Giuseppe Cencio e tutti gli ecovolontari per aver messo gratuitamente a disposizione dei bambini il loro tempo e le loro competenze; il Comune di Alba e il Coabser, partner del progetto, all’Ufficio tecnico del Comune di Alba e la dirigente Daniela Albano e alla Polizia municipale e il comandante Antonio Di Ciancia.

Un grazie anche ai volontari del Borgo San Lorenzo, al Gruppo Volontari Albesi e al loro coordinatore Beppe Giachino per il supporto tecnico, logistico e l’assistenza e a tutta l’associazione culturale “Open” e in particolare Valentina Moretto perché ha creduto in questa iniziativa, oltre ad averla ideata e realizzata.

I momenti più belli della festa.

Banner Gazzetta d'Alba