Tempi duri per i furbetti: controlli a tappeto sui treni per il mare

Contrasto all'immigrazione clandestina nella Granda.15 irregolari denunciati

CRONACA Chi nello scorso fine settimana ha pensato di andare al mare col treno senza pagare il biglietto o di rubacchiare oggetti lasciati incustoditi dagli altri viaggiatori, ha trovato ben 80 funzionari della Polizia di Stato schierati sui treni in transito in Piemonte. Cuneo, Bra e Cavallermaggiore sono state le stazioni più controllate. I funzionari hanno identificato 430 persone, e denunciato nove individui, per vari reati, nella sola giornata di venerdì 30 giugno.

Domenica 2 luglio, sono stati intensificati i controlli sulla linea Ventimiglia Torino, 400 passeggeri sono stati controllati, 10, sorpresi enza biglietto, hanno regolarizzato la propria posizione a bordo.

Un trentenne e un quarantenne di Cuneo, ubriachi e accompagnati da un cane senza museruola, sono stati denunciati per resistenza, oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale, nonchè per interruzione di pubblico servizio in quanto il treno, a seguito della loro condotta, ha accumulato un ritardo sulla tabella di marcia.

Banner Gazzetta d'Alba