A Guarene, in 5 anni, 245mila euro in meno dallo Stato

A Guarene, in 5 anni, 245mila eu

GUARENE Con parole amare il vicesindaco Piero Rivetti, descrivendo la variazione al bilancio preventivo durante l’ultimo Consiglio, ha constatato la scarsa attenzione dello Stato verso i piccoli Comuni.
«Il fondo sperimentale di riequilibro, stanziato dal Ministero, è stato ridotto di altri 29mila euro», ha spiegato Rivetti, che aggiunge: «Nel 2012 lo Stato versava a Guarene 564mila euro, oggi solo 310mila. In cinque anni abbiamo perso ben 254mila euro». Minori entrate che hanno reso necessario razionalizzare le spese.

Rivetti prosegue: «L’Amministrazione si è impegnata nel gestire numerose attività gratuitamente; i consiglieri e gli assessori hanno rinunciato a indennità e rimborsi spese. Abbiamo ceduto tre automezzi e rinunciato a due dipendenti. Grazie alla razionalizzazione delle spese, abbiamo mantenuto i servizi e le aliquote invariate da anni».

Nella variazione di bilancio, per sopperire alla mancata entrata, sono stati stanziati 39mila euro per la manutenzione delle strade.

«Siamo felici che l’Amministrazione abbia privilegiato gli interventi sulle strade», commenta il consigliere di minoranza Andrea Castello, che spiega l’astensione dal voto: «Avevamo criticato la scelta di spostare dal capitolo strade il denaro necessario per la sistemazione del parco di Vaccheria; è positivo che la maggioranza abbia ascoltato le nostre richieste».

Nella variazione sono stati stanziati anche 7mila euro per l’agricoltura, ricavati da alcuni finanziamenti regionali del progetto intercomunale contro la flavescenza dorata. Il Consiglio si è concluso con l’approvazione degli equilibri di bilancio con astensione della minoranza.

A pochi giorni dall’assemblea, il sindaco Franco Artusio, in veste di presidente dell’Associazione dei sindaci del Roero, è volato in Cina insieme al viticoltore ed ex sindaco di Castellinaldo Teo Costa per stringere nuovi accordi con la provincia del Fujian, che conta oltre 130 milioni di abitanti.
I due roerini sono stati fotografati  nel corso della serata che ha suggellato il gemellaggio con la provincia cinese: presenti anche il responsabile del commercio estero della provincia del Fujian, e il vicesindaco di Xinjiang, accompagnati dalla traduttrice.

a.m.a

Banner Gazzetta d'Alba