Il bosco dell’Alevè è salvo. I pompieri sono riusciti a spegnere il focolaio

Il bosco dell'Alevè è salvo. I pompieri sono riusciti a spegnere il focolaio

CRONACA Si sono concluse ieri pomeriggio (domenica 27 agosto ) le operazioni di spegnimento del focolaio d’incendio che si è sviluppato nel pomeriggio di sabato 26 agosto nella parte alta del Bosco dell’Alevè.

Grazie all’intervento tempestivo e all’ottimo coordinamento operativo dei Vigili del Fuoco è stato possibile contenere e spegnere le fiamme in tempi rapidi.

Nel pomeriggio di sabato Livio Martino, gestore del Rifugio Bagnour e Gilberto Gertoux del Soccorso Alpino, hanno individuato l’incendio ed effettuato un primo intervento di contenimento. Il sopralluogo svolto domenica di primo mattino dai Vigili del Fuoco ha consentito di valutare la situazione e far partire l’elicottero, il cui intervento, con una ventina di passaggi, è stato risolutivo. Intanto, a terra, sono intervenute le squadre volontarie AIB della Valle Varaita (Brossasco, Sampeyre e Rossana). Sul posto, per tutta la durata delle operazioni, è stato presente anche il responsabile dei Guardiaparco del Parco del Monviso, Daniele Garabello, che ha coordinato le operazioni di bonifica dell’area fino alla completa messa in sicurezza della zona e allo spegnimento totale dell’incendio.

Il bosco dell'Alevè è salvo. I pompieri sono riusciti a spegnere il focolaio 1

«Ringraziamo i Vigili del Fuoco, le squadre AIB e tutti i volontari che sono intervenuti; – commenta il presidente del Parco, Gianfranco Marengo – l’azione tempestiva ha permesso che il fuoco venisse circoscritto e domato in tempi rapidi, riducendo il più possibile i danni. Speriamo che le indagini facciano chiarezza e individuino e perseguano eventuali responsabili».

Banner Gazzetta d'Alba