Castino: arrestati in flagranza di reato due ladri di nocciole

Professionista albese

CASTINO Due macedoni di 52 e 44 anni sono stati arrestati perché colti in flagrante nel tentativo di impossessarsi di oltre 160 chili di nocciole, per un valore di mercato di circa 600 euro, che avevano già messo in quattro sacchi di iuta.

La sera precedente un abitante della zona aveva segnalato ai Carabinieri la presenza di due individui che si aggiravano con fare sospetto in un noccioleto presso Castino.

I due sconosciuti si erano allontanati frettolosamente a bordo di una vecchia Fiat Tipo con targa bulgara. Il giorno seguente, considerato che la macchina era stata di nuovo notata in zona, I Carabinieri di Cortemilia hanno organizzato un appostamento e sorpreso i due con le mani nel sacco.

I ladri infatti avevano già riempito quattro sacchi di iuta con le costose nocciole ma non li avevano ancora caricati a bordo. Alle contestazioni dei militari, i malviventi hanno tentato di giustificarsi sostenendo che erano in cerca di funghi ma il ritrovamento, all’interno dell’auto, di sacchi di iuta simili a quelli riempiti nel noccioleto e di un discreto quantitativo di nocciole sparse nel bagagliaio, verosimile residuo di furti precedenti, ha fornito indizi inequivocabili sulle responsabilità dei due che sono stati immediatamente tratti in arresto con l’accusa di furto aggravato in concorso.

Processati con rito direttissimo dal Giudice del Tribunale di Asti, i malviventi sono stati riconosciuti colpevoli ed hanno patteggiato una condanna a nove mesi di reclusione con la condizionale e 200 euro di multa.

Banner Gazzetta d'Alba