Estate sicura con la Polizia di Stato

Commercialista cuneese arrestato dalla squadra mobile 1

CUNEO L’impegno della Polizia di Stato di Cuneo per la stagione estiva coniuga alle esigenze dell’aumento dell’afflusso di turisti  quelle del capillare controllo del territorio, operando in diversi settori riconducibili alla sicurezza pubblica.

Nei mesi di giugno e luglio il Questore di Cuneo, Giuseppe Pagano, ha intensificato i servizi di controllo straordinario del territorio in molte città e paesi della Provincia,  coinvolgendo  tutte le componenti operative della Polizia di Stato, nonché   il reparto prevenzione crimine di Torino, allo scopo di vigilare sul territorio, prevenire e contrastare i reati predatori, con particolare riferimento a furti, rapine e reati contro il patrimonio.

Inoltre,  grazie al coordinamento con la Polizia ferroviaria,  sono stati intensificati i servizi  di tutela dei viaggiatori nelle stazioni di Bra, Savigliano e Fossano ove  i controlli sono stati reiterati più volte sia  a bordo dei treni, sia all’interno degli scali ferroviari che  nelle aree limitrofe.

Analoga sinergia è stata realizzata con la Polizia stradale, con attività mirata al contrasto del fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcoolica o di alterazione da sostanze stupefacenti o psicotrope, a garanzia della sicurezza sulle principali arterie stradali della Provincia.

A tal proposito,  dal 3 all’8 luglio a Cuneo, la Polizia di Stato ha predisposto dei servizi mirati   a reprimere  la forma di illegalità diffusa dei veicoli che circolano lungo le strade e autostrade prive di valida assicurazione.

Anche il controllo della zona di confine con la Francia è stato rafforzato, con il coinvolgimento della Polizia di frontiera di Limone Piemonte, che ha partecipato ai servizi straordinari di controllo sulle strade e sulla ferrovia a Limone e all’aeroporto di Levaldigi, in occasione dell’aumento dei turisti.

 

I servizi di cui sopra continueranno anche nei prossimi giorni e hanno visto gli agenti identificare e controllare 1.110 persone, denunciandone 5 ed espellendo 15 stranieri irregolari. I veicoli controllati sono stati 1.360, tre dei quali sono stati sequestrati.

Banner Gazzetta d'Alba