La prontezza di un’impiegata postale permette di sventare una rapina

Furbetti del cartellino all'Agenzia delle entrate di Asti

SANFRONT La decisa reazione di un’impiegata ha sventato un tentativo di rapina all’ufficio postale di Sanfront. I carabinieri hanno messo agli arresti domiciliari uno dei presunti autori, un cinquantacinquenne di Saluzzo già noto alle forze dell’ordine.

La donna, mentre apriva la porta di ingresso della filiale, era stata avvicinata e strattonata da uno sconosciuto, con il volto coperto, che cercò di farsi consegnare le chiavi. Dopo avere respinto l’aggressore l’impiegata ha chiamato il 112.

Una pattuglia dei carabinieri ha notato nel centro di Saluzzo un uomo dalle caratteristiche fisiche compatibili alla descrizione: nello zainetto aveva un cappuccio ricavato da una felpa, un berretto e un fazzoletto utilizzati per il travisamento del volto e un rotolo di nastro adesivo (con anima in metallo) da utilizzare verosimilmente per l’immobilizzazione della vittima. Gli investigatori ritengono che fosse andato a Sanfront in auto con un complice.

Ansa
   

Banner Gazzetta d'Alba