Mamma e figlio coltivavano cannabis sul balcone di casa

Incendio nella serra di cannabis. Denunciato un ventenne di Santo Stefano Belbo
Carabinieri con piante di marijuana, foto di repertorio

ALBA Un disoccupato 36enne albese coltivava, anche grazie al pollice verde della mamma ignara, due piante di cannabis indica sul balcone di casa. L’attività di giardinaggio illecito in pieno centro,  se è passata inosservata ai vicini, è stata però notata dai Carabinieri di Alba.

L’uomo, ben noto alle forze dell’ordine per i numerosi precedenti penali, pur essendo residente nella periferia albese, viveva di fatto a casa con la mamma e ha approfittato della sua perizia nel curare le piante in vaso per far crescere rigogliose le piantine che gli dovevano fornire un discreto quantitativo di marijuana, una volta giunte a completa maturazione. La donna ha dichiarato di non essere a conoscenza della vera natura delle piante, né del loro possibile utilizzo stupefacente, tuttavia è stata segnalata, insieme al figlio, all’Autorità Giudiziaria per produzione e traffico illecito di sostanze stupefacenti.

Durante la perquisizione poi, i militari hanno anche rinvenuto un bilancino di precisione con dei residui di marijuana,  secondo i Carabinieri che hanno effettuato la perquisizione, «segno inequivocabile della destinazione allo spaccio della sostanza coltivata».

Banner Gazzetta d'Alba