Alba Cambia: “Uomo, forse, morto da una settimana, simbolo del degrado intorno al tribunale”

Trovato il cadavere di un uomo sul tetto dell'ex Tribunale di Alba 1
Il cadavere del senzatetto è stato trovato dietro gli alberi. Ora la salma è stata coperta con un lenzuolo.

ALBA Le forze di opposizione del centro destra albese unite nel gruppo denominato “Alba Cambia” (Forza Italia, Lega Nord, liste civiche “Per Alba” e “Alba Change”) per voce del Consigliere Gionni Marengo esprimono sconcerto per il ritrovamento del cadavere di un uomo che, a detta della coalizione, pare giacesse da circa una settimana sopra uno dei giardini pensili all’interno delle mura dell’ex tribunale albese.

«Proviamo tutti noi un grande rammarico per la perdita della vita della persona ritrovata nel nostro Palazzo di Giustizia. Si tratta di un fatto umanamente sconcertante e che nel contempo crea indignazione negli animi dei cittadini albesi e di tutto il territorio. Quello che era un simbolo ed un baluardo di giustizia e di prestigio a cui tutti guardavano, nel giro di pochi mesi si è trasformato in un luogo in cui succede di tutto. Già il 24 maggio scorso avevamo denunciato il degrado, l’incuria e l’abbandono del Palazzo, testimoniato dai gravi atti vandalici perpetrati da soggetti che da mesi bivaccavano nelle ore notturne all’interno dei locali. Ora, probabilmente a causa di quanto non si è fatto per migliorare la situazione, si è arrivati al cadavere», queste le parole di Marengo che conclude dicendo «Ci auguriamo che l’Amministrazione, direttamente e con l’ausilio degli organi competenti, intervenga per porre fine alla situazione restituendo dignità ad uno degli edifici più importanti di Alba»

Banner Gazzetta d'Alba