Dopo i controlli della Finanza borse di studio revocate a otto studenti universitari

Contestata evasione fiscale per oltre 500 mila euro

CUNEO Sono otto gli studenti universitari della Granda che dovranno restituire le borse di studio erogate dalla Regione. I finanzieri del nucleo di Polizia tributaria hanno effettuato accertamenti sulle domande presentate dalle famiglie che versano in condizioni economiche meno favorevoli per gli anni accademici 2012-2013 e 2013-2014, concentrando le analisi sui nuclei con maggiore indice di rischio. La percentuale di irregolarità, soprattutto redditi inferiori a quelli reali e omesse indicazioni di patrimoni mobiliari e immobiliari, ha raggiunto il 90 per cento dei casi controllati.

Sono emerse erogazioni indebite di 10.002,50 euro a 8 studenti, nei confronti dei quali sono state avviate le procedure di recupero. Oltre alle somme indebitamente percepite i beneficiari dovranno pagare sanzioni molto pesanti e dovranno restituire anche le borse di studio eventualmente percepite negli anni successivi.

Banner Gazzetta d'Alba