Lo spazio per il coworking ha avuto un ottimo successo

Coworking a Bra: pubblicato il bando per 16 postazioni

BRA Non manca molto al suo primo compleanno (agli inizi di novembre) e lo spazio braidese per il coworking lo sta per celebrare in piena forma. Il servizio, che tecnicamente si definisce “ufficio condiviso”, funziona infatti molto bene. I suoi due open space, ricavati in palazzo Garrone, offrono scrivanie messe a disposizione dei professionisti che possono condividere spazi, spese di gestione, ma soprattutto competenze e progetti.

Sedici postazioni di lavoro

E delle sedici postazioni allestite ben dieci sono occupate stabilmente da professionisti di diversi settori, che hanno sottoscritto contratti di sei mesi oppure un anno. Le altre sei sono quasi sempre tutte piene con utenti che le impegnano per periodi magari ridotti, a esempio un mese. Diverse le professionalità accolte: dai videomaker ai grafici, agli sviluppatori Web, da coloro che si occupano di marketing e promozione (anche di prodotti agroalimentari locali) oppure di recupero e valorizzazione dei beni culturali, ma anche di elettrotecnica. L’ufficio condiviso – ideato e realizzato dall’associazione Brain con il Comune, l’Ascom e la Camera di commercio di Cuneo, con il supporto della fondazione Crb e della Cassa di risparmio Spa – mette a disposizione le utenze essenziali, una sala riunioni, un’area relax, uno spazio per l’archiviazione, il servizio stampa, la connessione Internet e la ricezione della posta, tutti i giorni dalle 8 alle 20, dietro pagamento di un canone che può essere giornaliero, settimanale, mensile, annuale o triennale.
E nei prossimi mesi nei suoi locali inizieranno anche dei corsi di formazione, che sono in via di definizione.
La provenienza degli occupanti è soprattutto dalla città di Bra e dai suoi dintorni, ma non mancano richieste anche da città vicine, specialmente dal Fossanese. La maggior parte dei contatti arriva tramite il sito. I gestori sono soddisfatti di come il progetto si sta sviluppando, segno che era un’esigenza sentita.
Ulteriori informazioni si possono reperire sul sito www.coworkingbra.it.
Valter Manzone

Banner Gazzetta d'Alba