Rapinano la Cassa di risparmio di Bra a Bandito, ma vengono arrestati

Materiale edile non pagato, due persone denunciate 1

BRA Hanno rapinato la Crb di via visconti Venosta a Bandito, ma sono stati fermati subito dopo mentre cercavano di fuggire a bordo di un’auto grigia.

I carabinieri della compagnia di Bra hanno arrestato in flagranza di reato nella tarda mattinata di venerdì due rapinatori che si erano introdotti nella filiale della Cassa di risparmio di Bra in frazione Bandito.

Sono finiti in manette S.C., pregiudicato, 62enne, di professione pizzaiolo, originario del Siracusano ma residente e a Biella e U.F., calabrese classe 1955, disoccupato, residente nel torinese.

I due, a volto scoperto, erano entrati nella filiale della banca in centro frazione in tarda mattinata:  avevano immobilizzato la direttrice ed un dipendente e, con la minaccia di una pistola (poi risultata giocattolo, ma priva del tappo rosso), si erano fatti consegnare quasi 12 mila euro in contanti disponibili in cassa.

E’ scattato però immediatamente l’allarme silenzioso antirapina che ha permesso alle pattuglie,  dislocate nella zona nel contesto di un nuovo dispositivo preventivo di controllo del territorio contro i reati predatori predisposto dal Comando Provinciale di Cuneo, un tempestivo intervento.

I militari, alcuni dei quali in borghese, sono riusciti a sorprendere i rapinatori mentre cercavano di fuggire in direzione della tangenziale. Altre pattuglie si sono concentrate nella zona chiudendo ogni via d’uscita.

I due rapinatori, in carcere ad Asti, dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso. Il bottino è stato restituito e la pistola sequestrata.

E.a.

Banner Gazzetta d'Alba