Tentò di uccidere l’ex moglie, pena ridotta a 8 anni e 8 mesi

Al via il processo al ceresolese accusato di truffa a 130 lavoratori bengalesi

ASTI Ridotta a 8 anni e 8 mesi la pena in appello per Giovanni Pavarino, disoccupato cinquantenne di San Damiano d’Asti per condannato dal tribunale di Asti a 10 anni per il tentato omicidio dell’ex moglie, 44 anni, e del figlio, 26.

Il fatto si era verificato ad Alba il 28 novembre 2015 quando l’uomo aveva esploso un colpo di fucile contro l’auto della donna a bordo della quale stava salendo anche il figlio.

Nel processo anche l’associazione “Mai più sole” si era costituita parte civile. L’uomo, ora in carcere a Vercelli, è stato assolto dall’accusa nei confronti del figlio e ciò ha consentito la riduzione della pena.

E.a.

Banner Gazzetta d'Alba