Trovato morto, a 61 anni, nella ex ghiacciaia, dove aveva scelto di vivere come un eremita

Incidente tra moto e auto, muore un artigiano di Cherasco
Immagine d'archivio.

CHERASCO Lo ha trovato un volontario,questo pomeriggio (sabato 2 settembre) deceduto, probabilmente per un infarto, nei pressi della ghiacciaia in cui aveva deciso,di vivere.

L’uomo, di 61 anni, era ormai da tempo che aveva deciso di vivere come un eremita in un antro, in mezzo ai boschi che fiancheggiano la salita vecchia, in quella zona che nel passato era la ghiacciaia.

Seguito dai servizi sociali, dai volontari della Caritas, dal Comune,dalla parrocchia, era una persona che tendenzialmente rifiutava ogni più piccolo aiuto.

Il Comune gli aveva proposto, almeno per il periodo invernale, di trasferirsi in uno degli alloggi che ha a disposizione per le emergenze, ma lui ha sempre rifiutato tutto. L’unico,aiuto,che accettava era quello della Caritas che gli forniva generi alimentari.

Valter Manzone

Banner Gazzetta d'Alba