I vini del Piemonte in grande crescita sui mercati scandinavi

Al Cillario Ferrero si studia la fiscalità del mondo del vino

ASTI I mercati scandinavi sono fra i più interessanti al mondo per la vendita di vini (rossi) di qualità: tutti i Paesi di quest’area sono accomunati da una costante crescita dei consumi, il reddito pro capite è molto alto, i consumatori sono preparati e attenti alla qualità e, soprattutto, amano l’Italia (e il Piemonte in particolare) e i suoi prodotti. Per questo il consorzio di promozione I vini del Piemonte e Banca di Asti hanno organizzato un incontro formativo sul mercato del vino in Danimarca, Norvegia, Svezia e Finlandia per supportare le imprese piemontesi che desiderano avviare o potenziare il proprio flusso di esportazioni verso i mercati scandinavi. All’iniziativa hanno aderito oltre un centinaio di aziende. Norvegia, Svezia e Danimarca sono fra i Paesi in cui il Piemonte è leader nelle esportazioni. Il consorzio I vini del Piemonte è da sempre molto impegnato sui mercati scandinavi, dove organizza iniziative promozionali.

Spiega il direttore del consorzio Daniele Manzone: «Come emerge dai dati e dalle ricerche a nostra disposizione, i mercati scandinavi sono fra i più strategici al mondo per i nostri vini. Riteniamo che il Piemonte abbia enormi opportunità di crescita in Scandinavia ed è quindi fondamentale continuare a investire in questi mercati, ma soprattutto è importante investire bene, utilizzando al massimo le risorse».

Conclude Manzone: «Ogni Paese ha le sue regole e peculiarità e noi dobbiamo anticipare le richieste dei consumatori, imparando ad acquisire le informazioni necessarie per affrontare i mercati nel modo più appropriato, ed è per questo che da anni mettiamo a disposizione dei nostri consorziati una serie di incontri formativi mirati a far conoscere ai produttori i mercati nei quali operiamo».

Aggiunge Valter Faussone, direttore commerciale del gruppo Cassa di risparmio di Asti: «Oltre agli strumenti necessari ad affrontare i mercati esteri, le aziende che hanno scelto o sceglieranno Banca di Asti potranno contare sulla consulenza a 360 gradi per una strategia di sviluppo commerciale completa».

Paolo Cavaglià

Banner Gazzetta d'Alba