Vittime degli incidenti sul lavoro: a Fossano la giornata dell’Anmil

FOSSANO «La Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro affonda le sue radici nella storia dell’Anmil (Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro, fondata nel 1943). Lo spirito della Giornata è rimasto invariato in oltre mezzo secolo, vuole essere, prima di tutto, un momento di incontro tra le forze vitali della società, per non dimenticare, ad esempio, che negli ultimi cinque anni, in Italia, si sono verificati oltre cinque milioni di infortuni sul lavoro che hanno provocato quasi 200mila invalidità permanenti e oltre 7mila morti, e per sottolineare una volta di più che uno Stato civile non può permettere che si creino situazioni discriminanti tra i cittadini, ma deve anzi operare perché qualsiasi barriera venga eliminata e l’handicap, che esiste soprattutto in relazione alle difficoltà che un disabile incontra, tenda a scomparire», spiegano dalla delegazione cuneese presieduta da Umberto Dalmasso.

Vittime degli incidenti sul lavoro: a Fossano la giornata dell'Anmil

Mentre la cerimonia nazionale si svolgerà a Cagliari per la provincia Granda, che raccoglie oltre 3mila iscritti, la giornata sarà celebrata a Cussanio, frazione di Fossano. I soci Anmil si ritroveranno al santuario della Madonna della Provvidenza alle 9.30 per la Messa in memoria di tutti i caduti sul lavoro poi si sposteranno nell’adiacente sala Blu per le orazioni ufficiali e per la consegna dei brevetti e distintivi d’onore da parte dell’Inail agli invalidi e grandi invalidi del lavoro recentemente infortunati. Al termine della cerimonia si terrà il pranzo sociale al ristorante Giardino dei tigli.

La sezione Anmil di Cuneo risponde ai numeri ☎️ 0171-67.673 oppure 📱 334-66.91.754

Per promuovere la Giornata, quest’anno l’Anmil ha prodotto uno spot televisivo dal titolo “Cambiamo la storia”.

Banner Gazzetta d'Alba