Studenti di agraria francesi in visita all’istituto Penna di Asti

Studenti di agraria francesi in visita all'istituto Penna di Asti

ASTI L’istituto agrario Penna ha ricevuto la visita di una delegazione della scuola di Ressins, cittadina francese nella regione della Loira, tra Lione e Saint-Etienne. La visita è nata da un progetto tra Uni-Astiss polo universitario, Daniel Ormeno di Plaza Argentina e la scuola agraria salesiana di Lombriasco (Torino). Un’idea nata nell’ottica di uno scambio culturale tra gli studenti astigiani e quelli provenienti da altre realtà con lo scopo di confrontarsi sulle tecniche di agricoltura e sui metodi di conduzione di un’azienda agricola.

Il progetto è nato nel 2015, in seguito all’Expo di Milano, per mettere in contatto tutte le scuole salesiane del mondo che operano in ambito agricolo. Ogni istituto invia durante l’anno delegazioni di studenti in scuole salesiane dislocate in svariate parti del mondo per conoscere i modelli locali di agricoltura ed esportare i propri: il risultato è un vero e proprio scambio culturale. Il successo è stato notevole e numerosissime sono le scuole che hanno aderito e altrettante quelle che aderiranno in futuro.

«Si tratta di uno scambio di idee finalizzato anche alla creazione della rete Isa (istruzione in campo agrario, grazie soprattutto alla collaborazione con il Creaeno, istituto per la sperimentazione enologica con cui collaboriamo. Questo progetto ha una doppia finalità: dare la possibilità ai ragazzi di effettuare visite di istruzione in realtà diverse dalla nostra e allo stesso tempo permettere loro un inserimento lavorativo tramite stage o tirocini, inseriti nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro»,  afferma il preside dell’istituto Penna, Renato Parisio

«Ringraziamo di cuore Daniel Ormeno per l’opportunità che ci ha concesso. E’ stato lui che ci ha messi in contatto originariamente con la scuola di Lombriasco. Aver avuto la possibilità di osservare una realtà totalmente diversa dalla nostra è stata per noi un’opportunità impagabile», hanno commentato i rappresentanti della scuola di Ressins.

Ha aggiunto Ormeno:«Il progetto è nato nel 2015 con il bicentenario del Colle Don Bosco, durante un seminario culminato con la presentazione ufficiale durante l’Expo e si rivolge a tutti i ragazzi di tutte le scuole salesiane agricole del mondo. Quella di Ressins è stata una delle prime ad aderire».

Ormeno al termine della giornata ha rinnovato il ringraziamento nei confronti di Confagricoltura Asti e Agriturist Piemonte, partner istituzionali di questo progetto, che sono stati sensibili fin da subito nei confronti dell’iniziativa mettendo a disposizione i loro associati per le visite di istruzione. uali inserire gli studenti provenienti dall’estero per un’esperienza lavorativa durante la loro permanenza in Italia”.

Banner Gazzetta d'Alba