Con 130mila euro di risparmi vari interventi su strade e piazze

Supermercato alla Moretta:  la decisione slitta a settembre

DECORO URBANO Nelle settimane scorse Gazzetta ha anticipato l’intenzione dell’Amministrazione di Maurizio Marello di mettere a bilancio 120mila euro in meno di gettito Tari. Un risparmio che sarà ribaltato sulle bollette della raccolta rifiuti e che si aggiunge ai 300mila euro in meno da pagare derivanti dal nuovo appalto del servizio di raccolta rifiuti con Stirano.  Nel complesso si tratta di 14 euro di risparmio per ogni albese nel 2018 rispetto al 2015. Non sarà però l’unica buona notizia. L’aumento della raccolta differenziata, che a fine 2017 potrebbe raggiungere il tetto del 65%, porterà in cassa 130mila euro.

«Rispetto allo scorso anno gli albesi produrranno 400 tonnellate in meno di rifiuti; considerando un costo a tonnellata di 150 euro si ottengono ben 60mila euro. I risparmi su varie voci nella raccolta dei rifiuti sommano, così, un totale di 130mila euro da spendere subito, perché devono essere contabilizzati entro il 2017», spiega l’assessore all’ambiente Massimo Scavino.

Gli interventi previsti dal Comune di concerto con il Coabser, il consorzio dei rifiuti di Alba e Bra, prevedono la sabbiatura delle fughe della pavimentazione con cubetti in porfido delle vie e piazze del centro, la manutenzione della strada di accesso alla nuova stazione ecologica di via Ognissanti e il parziale smaltimento della vecchia stazione ecologica, sita a breve distanza dall’attuale con nuova delimitazione dell’area.

Previste anche la pulizia straordinaria del centro e la rimozione delle macchie oleose dai marciapiedi, dai portici e da tutte le pavimentazioni in pietra di Luserna del centro, con particolare attenzione a piazza Michele Ferrero; inoltre, è attesa la realizzazione e distribuzione di borse ecologiche, portacenere tascabili e opuscoli informativi per sensibilizzare alla raccolta differenziata e per il mantenimento del decoro urbano.

Completano gli interventi: la rimozione dei rifiuti lungo le scarpate delle strade di accesso alla città e il censimento dei cassonetti delle utenze cittadine e dei cestini gettacarte.

Marcello Pasquero

Banner Gazzetta d'Alba