Alba: in calo del 16,5% il denaro perso nel gioco d’azzardo

Bra ribadisce il suo no al gioco d'azzardo

ALBA Nella seduta dei giorni scorsi, la commissione sul gioco d’azzardo del comune di Alba ha analizzato i dati recentemente diffusi dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli relativi al gioco nel primo semestre 2017.

In città la perdita effettiva (costituita dalla differenza tra spesa e premi erogati) imputabile alle slot e alle videolottery ammonta a un totale di  4.906.080 euro, con una media di circa 817.680 euro al mese.

Perdita in calo del -16,5%.

Rispetto al 2016, quando erano andati in fumo 11.770.684 euro, pari a  980.890 euro al mese, si è registrato un calo di circa il 16,5%.

Una cifra maggiore rispetto a quello emerso negli altri principali comuni della Granda: Bra, infatti, ha registrato il -3,8%, Cuneo il -8,7%, Fossano il -4,7%, Mondovì il -1,4%, Saluzzo il -4,6%, mentre Savigliano ha registrato un lieve aumento.

É emerso come l’opera costante di sensibilizzazione sostenuta dalla Giunta e dal Consiglio comunale albese, in collaborazione con l’Asl e numerose associazioni, abbia consentito alla legge regionale di contrasto alla ludopatia (entrata in vigore nella seconda parte del 2016) di conseguire ad Alba risultati più significativi che altrove.

 

Banner Gazzetta d'Alba