Denuncia dell’Oipa per due cani maltrattati nei dintorni di Cortemilia

Due cani maltrattati nei dintorni di Cortemilia: l'Oipa sporge denuncia

CORTEMILIA Prosegue l’attività della sezione cuneese dell’Oipa (Organizzazione internazionale protezione animali, i cui volontari sono riconosciuti come guardie eco-zoofile), che nei giorni scorsi è  intervenuta per salvare alcuni cani costretti a vivere in condizioni precarie dai loro proprietari.

Spiega il responsabile dell’Oipa Pietro Battaglia: «Soprattutto con il freddo e la neve, abbiamo ricevuto molte segnalazioni da abitanti delle Langhe, che ci contattano per denunciare casi di maltrattamenti. In particolare, abbiamo scoperto nella zona di Cortemilia un luogo in cui erano custoditi due cani, usati esclusivamente per fare la guardia a bovini. I cani erano costretti a vivere nella neve e nella sporcizia, tanto che a uno dei due era quasi congelata una zampa. L’altro, poi, era legato con una catena cortissima, che non gli permetteva di trovare una zona asciutta. Entrambi erano nutriti solo con pane marcio, ormai ghiacciato e l’unica acqua era quella della pozza formata dalla neve sciolta».

Conclude Battaglia: «Dopo aver visionato il luogo, abbiamo sottratto i cani ai loro proprietari e abbiamo sporto denuncia per maltrattamento di animali».

Nel frattempo, l’Oipa sta cercando altre due guardie eco-zoofile da inserire nell’organico di Alba e Bra. Per informazioni, è possibile contattare il numero 392-23.24.150 (Pietro Battaglia).

Francesca Pinaffo

Banner Gazzetta d'Alba