Passa il Giro d’Italia: addio alle frane

Passa il Giro d'Italia: addio alle frane

NOVELLO Non sarà soltanto “merito” del passaggio del Giro d’Italia, previsto per giovedì 24 maggio, ma la Corsa rosa ha probabilmente avuto il suo peso nel far partire i lavori per sistemare le frane sulla strada provinciale 3, nel tratto tra Novello e la fondovalle Tanaro. L’apertura dei cantieri era prevista per  lunedì 19, ma il maltempo della scorsa settimana ha fatto slittare leggermente l’avvio dei lavori. In ogni caso, è solo questione di qualche giorno.

Le frane sulla provinciale risalgono al 2015. Da allora nella zona il transito è regolato da un semaforo che permette il passaggio a senso unico alternato. L’importo complessivo dei lavori è di 682mila euro. Saranno eseguiti due interventi, da 212 e 470mila euro, che prevedono la stabilizzazione del pendio e la realizzazione di opere di sostegno e di drenaggio delle acque.

Partirà per primo il cantiere sulla frana più a valle (quella più piccola), ma subito dopo sarà avviato anche l’altro e i due cantieri procederanno praticamente di pari passo. Per qualche tempo la strada dovrà essere chiusa al traffico, ma l’obiettivo degli amministratori è di limitare al massimo lo stop al transito. La chiusura totale della strada permetterà però di procedere più rapidamente con i lavori e di poter rispettare la scadenza di giovedì 24 maggio, quando nella zona passerà l’attesa tappa del Giro d’Italia che porterà i corridori da Abbiategrasso a Prato Nevoso.

Non è certo che i lavori saranno conclusi per quella data, ma l’obiettivo della Provincia è di rendere la strada transitabile in sicurezza per i ciclisti e i mezzi al seguito. Altri lavori di completamento dell’opera potrebbero anche essere portati a termine successivamente. Nel periodo di chiusura della provinciale i residenti potranno comunque raggiungere le proprie abitazioni, mentre il traffico tra l’Albese la fondovalle sarà deviato verso Barolo e Monforte.

Commenta il sindaco di Novello Roberto Passone: «L’intervento permetterà di sistemare la strada e di risolvere un problema di viabilità serio, che da anni crea disagi a chi transita nella zona. È un’opera importante e molto attesa, a prescindere dal passaggio del Giro d’Italia. Abbiamo fatto molti sforzi assieme alla Provincia per trovare i fondi. Inevitabilmente la strada dovrà essere chiusa per un po’, ma si cercherà di ridurre al minimo la chiusura per limitare i disagi ai cittadini».

Nei giorni scorsi è stato effettuato un sopralluogo sul tratto cuneese della tappa del 24 maggio. I ciclisti entreranno nella Granda da Govone e raggiungeranno Alba passando dal ponte vecchio sul Tanaro. Nella capitale delle Langhe la corsa toccherà la zona di via Cillario e via Ognissanti per poi proseguire verso Gallo e Novello, dove sarà collocato un Gran premio della montagna.

Corrado Olocco

Banner Gazzetta d'Alba