Morte in centro ad Alba: lunedì l’autopsia chiarirà le cause del decesso

Deferito un minore di 16 anni di Sommariva Bosco per il furto di una collana d'oro

ALBA Sarà l’autopsia a stabilire le cause del decesso di un cinquantaduenne magrebino morto dopo una collutazione avvenuta con un barista, fuori da un locale del centro storico.

Gli inquirenti dovranno stabilire se accusare il barista di omicidio preterintenzionale oppure se prefigurare la morte dell’uomo come conseguenza del reato di lesioni.

Dalle prime ricostruzioni fornite dai Carabinieri, chiamati dagli avventori del locale e dai titolari dello stesso, non presenti al momento del fatto, la vittima, forse in stato di ebbrezza sarebbe stata accompagnata dal barista fuori dal locale dove tra i due sarebbe avvenuta una collutazione.

Ad avere la peggio l’uomo di origine magrebina che sarebbe caduto a terra battendo violentemente la testa. Immediato l’intervento dei sanitari e il ricovero al San Lazzaro di Alba dove nella notte tra il 22 e il 23 maggio le condizioni dell’uomo si sarebbero aggravate.

Nonostante il trasporto al Santa Croce di Cuneo l’uomo è deceduto nella mattinata del 23 maggio.

Gli inquirenti hanno mantenuto lo stretto riserbo sulle indagini fino ad oggi, sabato 26 maggio. L’autopsia è stata fissata lunedì 28 maggio per chiarire le ragioni del decesso e se a causare la morte sia stato un colpo inferto dal barista o se si sia trattato di una tremenda tragedia.

Banner Gazzetta d'Alba