Catena corta e acqua putrida: le guardie eco-zoofile soccorrono un cane

SANTO STEFANO BELBO Prosegue l’attività delle guardie eco-zoofile della sezione cuneese dell’Oipa, l’organizzazione internazionale per la protezione degli animali.

Di recente, in seguito a una segnalazione, le guardie hanno portato alla luce un caso di maltrattamenti nella zona di Santo Stefano Belbo, come spiega il coordinatore Pietro Battaglia: «Ci siamo trovati di fronte a un cane abbandonato a se stesso, legato con una catena cortissima, al di fuori dell’abitazione del suo proprietario. In più, non aveva altro da bere che acqua putrida, senza una cuccia nel quale ripararsi».

Catena corta e acqua putrida: le guardie eco-zoofile soccorrono un cane

Viste le trasgressioni riscontrate, il proprietario  è stato sanzionato, con l’obbligo di migliorare le condizioni di vita dell’animale entro dieci giorni. In caso contrario, il cane potrà essere sequestrato e portato al sicuro. Conclude Battaglia: «Si tratta di un’altra brutta storia, risolta grazie alla segnalazione degli stessi cittadini, che da tempo ormai vedevano l’animale in condizioni drammatiche».

Francesca Pinaffo

 

Banner Gazzetta d'Alba