I Magog aprono le recite d’estate all’arena di Alba

I Magog aprono le recite d’estate all’arena di  Alba

RASSEGNA L’arena esterna del teatro sociale, dedicata a Guido Sacerdote, sarà la sede dei quattro spettacoli allestiti per Estate a teatro, la rassegna proposta per la prima volta l’anno scorso da Comune e centro studi Beppe Fenoglio. Secondo Fabio Tripaldi, assessore alla cultura, si tratta di «spettacoli di vari generi che andranno a coinvolgere pubblici diversi: ragazzi e famiglie, gli amanti del cabaret, quelli che apprezzano il teatro canzone, per arrivare al pubblico delle commedie in piemontese».

La prima serata, venerdì 15 giugno alle 21.30, sarà con  Il regno delle fiabe scomparse…Alla ricerca dell’energia perduta presentato dagli albesi Magog coinvolgendo i giovani dei centri di Estate ragazzi. Si tratta di uno spettacolo con un fine educativo per un uso intelligente dell’energia: i Magog propongono un viaggio nel mondo delle forze che creano la natura, guidato dai personaggi delle fiabe classiche, veicoli del messaggio che l’energia non solo è in grado di sostenere la vita, ma produce quel cambiamento che fa crescere ed essere consapevoli del vigore nascosto dentro ogni persona. In caso di maltempo lo spettacolo, con ingresso libero, si terrà nella sala storica del teatro.

L’appuntamento successivo sarà venerdì 22 giugno, alle 21.30, con Francesca Reggiani e il suo Doc-Donne d’origine controllata, una sorta di ironico vademecum del nuovo stile di vita discount, nel quale siamo tutti a risparmio, una panoramica sul mondo che cambia.

I Magog aprono le recite d’estate all’arena di Alba 1

Il 29 giugno, alla stessa ora, Enzo Iacchetti e Giorgio Centamore daranno corpo a Intervista confidenziale: l’attore e presentatore con il suo fidato e fedele autore e collaboratore racconterà gli aneddoti più divertenti della sua carriera, dagli esordi ai provini televisivi, fino al Costanzo show e, infine, a Striscia la notizia. Iacchetti sarà accompagnato dalla sua chitarra e il pubblico potrà intervenire con delle domande.

La chiusura, il 6 luglio alle 21.30, è stata affidata al Nostro teatro di Sinio che presenterà Le doe ciòche fan… Pim pom pam, uno spettacolo di farse e comicità nella più pura tradizione piemontese. La compagnia torna alle sue origini narrando le vicende di un padre all’antica, saggio e originale, che applica il concetto secondo cui bisogna sempre sentire le due ciòche (campane) per salvare il matrimonio della figlia.

Banner Gazzetta d'Alba