Egea, Enel X ed Ente Turismo uniti per installare 260 colonnine per mezzi elettrici

Al via la collaborazione tra Egea e Satispay, le bollette saranno "smart"

GRINZANE CAVOUR “Mobilità elettrica, opportunità ‘smart’ per la crescita di turismo e territorio”, è questo il titolo del convegno appena conclusosi, in programma oggi giovedì 12 luglio, alle 11, nel castello di Grinzane Cavour in cui la multiutility albese Egea ha annunciato importanti investimenti nel campo della mobilità sostenibile.

Il progetto realizzato da “Egea commerciale” in collaborazione con Enel X prevede, da qui al 2022, l’installazione, su suolo pubblico, di 260 colonnine per la ricarica di mezzi elettrici, 150 delle quali verranno sistemate già tra il 2018 e il 2019. Al contempo, il Gruppo Egea si sta occupando dell’installazione di colonnine presso privati, con particolare attenzione alle strutture ricettive che hanno manifestato un particolare interesse ad attivare questo servizio con l’obiettivo di migliorare ulteriormente la propria accoglienza turistica.

Nel mese di agosto verrà installata la colonnina di ricarica presso il distributore Egea-Bragas di corso Europa, ad Alba, con due prese di ricarica, ciascuna delle quali sarà caratterizzata da una potenza disponibile di 7,4 kW.

Un’attenzione alla mobilità sostenibile che è dovuta all’incremento di immatricolazioni di auto elettriche. In base ai dati Unrae sono state 2.249 nei primi sei mesi del 2018, erano 1.005 nel primo semestre 2017. Raddoppiano anche le vendite di auto a metano e crescono da 34 mila nel 2017 a 44 mila nel 2018 le immatricolazioni di auto ibride.

Massimo Cellino, responsabile del settore Energie rinnovabili del Gruppo Egea spiega: «Per la nostra multiutility, che si parli di produzione di energie rinnovabili, ciclo idrico, teleriscaldamento, raccolta rifiuti o fornitura di energia e gas, l’ambiente, unitamente alla soddisfazione dei Clienti, rappresenta il valore primario da rispettare. E la mobilità elettrica, insieme solo a quella alimentata dal biometano, è in assoluto la più rispettosa dell’ambiente in termini di emissioni. Quindi, sostenendone la diffusione, Egea da un lato asseconda la propria natura e dall’altro favorisce concretamente lo sviluppo sostenibile del territorio».

Oltre alle auto elettriche Egea sta lavorando anche nel settore del biometano: «L’Italia dispone di una rete di distribuzione di gas metano molto sviluppata e capillare. Ciò permette ai produttori di biometano di immettere direttamente nella rete nazionale la propria produzione e, conseguentemente, di alimentare i distributori, sempre più numerosi. Il biometano prodotto potrà quindi essere utilizzato non soltanto per i mezzi pesanti, ma anche per le autovetture. In questo settore, Egea sta sviluppando una serie di nuovi impianti da realizzare, a partire dal 2019, sul territorio di riferimento, e in parallelo ha programmato numerose riconversioni di impianti a biogas; al termine della riconversione, queste strutture, che al momento producono solo energia elettrica, saranno in grado di produrre biometano», conclude Cellino.

Marcello Pasquero

Banner Gazzetta d'Alba