Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Var: «Non riusciamo a coprire i turni»

Circa diecimila lettere sono state inviate ai cittadini di Canale, Montà, Montaldo Roero, Monteu Roero, Santo Stefano Roero, Priocca, Vezza, Corneliano e Piobesi da parte del Var (Volontari ambulanza Roero), con un appello: la ricerca urgente di nuovi volontari.

 

 

«Facciamo molta fatica a coprire i turni, le persone sono disponibili ma non bastano, tanto che alcuni turni sono proprio vuoti», spiega la dottoressa Annamaria Nuzzi, presidente del sodalizio. «Attualmente i volontari sono 147, tutti attivi. Avevamo promosso la campagna “Raddoppia socio”: un volontario invitava un amico a entrare a far parte del gruppo, ma non è bastato, per cui ora proviamo a coinvolgere nuove persone attraverso l’invio di lettere a casa nei paesi in cui prestiamo servizio.

«Abbiamo bisogno di nuovi volontari per gestire la mole di lavoro (circa 5.000 viaggi all’anno, di cui 4.200 circa ordinari) sia per quanto riguarda il servizio di 118 sia per i servizi ordinari, che sono aumentati del 10% circa, come il trasporto di pazienti da casa all’ospedale e viceversa, per effettuare visite, esami o permettere ai malati di sottoporsi alla dialisi».

Per entrare a far parte del gruppo è necessario avere un’età compresa tra i 18 e i 65 anni, essere in possesso della patente di guida, dare la disponibilità minima di un turno ogni quindici giorni. Il Var attualmente dispone di dieci mezzi, cinque auto, di cui tre con pedana, e cinque ambulanze che, complessivamente, hanno effettuato, solo nel 2010, 212.700 chilometri.

Nel mese di maggio inizierà un corso formativo per i nuovi volontari, della durata di circa un mese, due sere alla settimana, un sabato e una domenica. Ci sarà una parte teorico-pratica, al termine della quale si potrà ottenere una certificazione regionale preliminare; successivamente i volontari seguiranno un corso di 100 ore di tirocinio pratico protetto per il rilascio della certificazione regionale definitiva che qualifica il socio soccorritore. Gli aspiranti volontari potranno compilare la domanda di ammissione all’associazione, allegata alla lettera-invito e consegnarla presso la sede, a Canale.

e.c.