Boido ha scelto la squadra

Per il primo confronto diretto tra il riconfermato sindaco Stefano Boido e Mario Marone bisognerà attendere ancora qualche settimana, visto che il leader dell’opposizione non ha potuto prendere parte alla prima seduta del nuovo Consiglio comunale.

Non è comunque mancato il dibattito, che si è concentrato principalmente su tematiche legate al turismo. «La stagione delle manifestazioni sta per entrare nel vivo; pertanto, bisogna attivarsi al più presto per far sì che le principali iniziative bergolesi possano svolgersi regolarmente», ha dichiarato il consigliere di minoranza Emilio Banchero, passato con Marone dopo cinque anni insieme a Boido. Ha aggiunto l’altro consigliere di minoranza Gian Franco Casetta: «Siamo assolutamente d’accordo con la maggioranza quando dice che gran parte dell’attenzione andrà riservata all’assistenza degli anziani; pensiamo, però, che per garantire un futuro al paese si debba fare di più, soprattutto in campo turistico, dove probabilmente bisognerebbe aggiungere qualcosa di nuovo».

Dalle manifestazioni alle strutture ricettive e alle aree a vocazione turistica. Ha precisato Casetta: «Da affrontare c’è anche la questione della “Collina del vento”, progetto che, dopo tanti sforzi, sarebbe un peccato lasciar cadere nel vuoto». Sull’argomento, chiara la posizione del Sindaco, che ha risposto: «Siamo ampiamente disponibili a valutare ogni proposta di intervento sulla “Collina del vento” che verrà presentata. Non vogliamo lasciare nulla di intentato.

La cosa basilare, comunque, sarà discutere su qualcosa di concreto e non soltanto su parole». La minoranza ha inoltre chiesto lumi sulla Pro loco e sul ruolo che rivestirà nei prossimi cinque anni in fase di organizzazione delle manifestazioni. Stefano Boido ha spiegato: «Finora, la Pro loco ha operato egregiamente. Nei prossimi giorni, incontreremo il sodalizio per fare il punto della situazione». A catalizzare l’attenzione del Consiglio comunale è stata poi la nomina della Giunta. L’incarico di vicesindaco è stato assegnato all’ex capogruppo di minoranza Piercarlo Abbate, che con sette preferenze è risultato il candidato più votato dell’ultima tornata elettorale.

L’altro assessore sarà Claudio Rava, il quale è stato confermato anche come responsabile della Protezione civile. Nella riunione, si è proceduto all’elezione della Commissione elettorale, che, per quanto riguarda i membri effettivi, sarà composta da Giuliano Abbate e Roberto Bosco per la maggioranza e da Mario Marone per la minoranza. I commissari supplenti saranno invece i consiglieri di maggioranza Piercarlo Abbate e Claudio Rava ed Emilio Banchero della minoranza. Infine, il Sindaco si è soffermato sulla funzione del Comune. «Gli uffici municipali sono a disposizione di amministratori e cittadini, anche per fornire precisazioni tecniche. Il Comune deve essere la casa di tutti», ha concluso Boido.

Enrico Fonte