Danni per mezzo milione

I danni ammontano a mezzo milione di euro.

Lo dice il sindaco Maurizio Marello, dopo i violenti temporali che si sono abbattuti sulla città il 22 e il 23 giugno.

Marello ha dichiarato l’inagibilità della chiesa dei Santi Cosma e Damiano, in seguito alla caduta della gru  e ha specificato: «Sui danni ai privati saranno le assicurazioni a provvedere, mentre dalle casse comunali attingeremo il denaro per ripristinare l’assetto della cosa pubblica. Non disponiamo ancora di una quantificazione precisa dei danni, ma la città ha saputo reagire al meglio».

L’Amministrazione albese, però, non si limita a correre ai ripari: la perturbazione diviene anche occasione per investimenti e interventi attesi da anni. Spiega il Sindaco: «Partiremo già nell’estate con lavori di regimazione delle acque superficiali di corso Cortemilia, alla Moretta, zona soggetta ad allagamenti durante le precipitazioni atmosferiche intense».

Qui, in effetti, anche nei giorni scorsi, si sono registrati molti problemi. In pratica, verrà costruito, parola di Marello, «un tronco di condotta in pvc del diametro di sessanta centimetri e della lunghezza di 170 metri nel tratto di corso compreso tra via De Amicis e strada Croci. Lo scarico confluirà nel torrente Cherasca. Otterremo in questo modo un deflusso idrico tale da prevenire i disagi».

Inoltre, continua Marello, «si procederà alla ricalibratura dei fossi esistenti e alla realizzazione di una canaletta grigliata in strada Croci, per convogliare le acque meteoriche del versante collinare».

Il costo complessivo dell’intervento è previsto in circa centomila euro. Ma, si presume, l’investimento verrà ammortizzato, alla luce dei minori danni strutturali, economici e ambientali a cui far fronte in caso di allagamento.

 

 

m.v.

Foto MARCATO