Casa Amica accoglierà gli ospiti a metà ottobre

Casa Amica riceverà i suoi primi ospiti da metà ottobre. A quasi un anno di distanza dall’inaugurazione dei locali, cinque o sei persone con handicap provenienti da altre strutture verranno accolte a Piobesi. «È un importante inizio », ha spiegato l’ingegnere Mario Rinarelli, presidente di Casa Amica. «Dopo tutta la fatica fatta per creare una struttura, che ha ricevuto i complimenti degli addetti al settore, era giusto attivarla. Quando siamo partiti nel 2003 si sentiva la forte necessità di un posto di questo tipo. Ora, però, mancano i soldi per pagare le rette, così al momento possiamo solo ospitare persone per cui è già prevista la copertura in altri posti».

L’immobile, costruito su tre piani, è in grado, però, di ospitare fino a 20 utenti. La cooperativa che lo gestisce, la Chronos, sta cercando anche altre soluzioni. «È un vero peccato che una struttura, creata grazie alla sinergia tra enti, amministrazioni comunali, Direttivo, non possa essere sfruttata a dovere», conclude Rinarelli. Ha una buona posizione, degli ampi spazi, attrezzati e curati, giardino esterno. All’inaugurazione, nel dicembre 2010, Roberto Giachino del consorzio socio-assistenziale Alba, Langhe, Roero, aveva ribadito la necessità di strutture di questo tipo, ma anche espresso grande preoccupazione per quanto avrebbero pesato sulla loro gestione i tagli alla sanità.

r.b.