Il metano ti dà una mano (se lo trovi)

Da più di un mese gli automobilisti possessori di una vettura a metano lamentano la chiusura della pompa del distributore di Piana Biglini. Il motivo? «Lavori dimanutenzione », spiega il gestore, «voluti dalla compagnia, che non ha indicato una data di riapertura del servizio». Secondo il gestore l’erogazione dovrebbe riprendere dopo le vacanze natalizie, ma non c’è alcuna sicurezza in merito.

L’unica è attendere. Intanto gli automobilisti “a metano” dovranno rivolgersi ai centri di Cherasco e Asti, a quelli della cintura torinese, oppure scegliere la benzina. Ma il prezzo del carburante, anche per effetto della manovra finanziaria, aumenta: a 1,708 euro (+9,9 cent) e il gasolio a 1,702 euro (+13,5 cent).

La situazione sta creandomalumore nei cittadini.Èil fattore economico il principale motivo per la quale si sceglie unamacchina a metano piuttosto di una a benzina o a gasolio: a parità di chilometri percorsi il metano permette di risparmiare fino al 55 per cento rispetto alla benzina, il 35 in confronto al gasolio e il 20 sul gpl. Le immatricolazioni sono aumentate del 70 per cento, crescita che ha spinto la Regione ad aumentare gli impianti di erogazione da 15 a 92 (34 sono in fase di progettazione).

Alba ha previsto l’apertura di un distributore a metano?

«La stiamo caldeggiando », risponde il sindaco Maurizio Marello, «presso il centro commerciale che sorgerà in corso Asti, nella struttura in disuso che avrebbe dovuto ospitare una multisala cinematografica. L’ufficio tecnico sta lavorando per avere i permessi e stiamo seguendo con attenzione lo sviluppo dei lavori, per poter arrivare all’installazione del distributore e dare un’alternativa agli albesi che si riforniscono con il metano».

Benché il metano sia ilcombustibile più ecologico e più economico in commercio, ancora scarseggia una sua “cultura” dettata dalla mancanza di punti di rifornimento. Le Regioni più preparate in questo settore sono la Lombardia, il Veneto e l’Emilia-Romagna. Quest’ultima prevede degli incentivi: 500 euro per passare da benzina a metano. A livello nazionale i possibili contributi per acquistare una macchina a metano – fino a 3.000 euro negli anni scorsi – invece navigano ancora nell’incertezza. Per ora, data la crisi economica, non se ne parla affatto.

Maurizio Bongioanni