Inaugurata la nuova sede del Servizio veterinario

Il Servizio veterinario dell’Asl oggi ha una nuova “casa”. Sabato scorso è stata inaugurata nel quartiere Bescurone, tra le vie Ballerini e Solferino, una sede più ampia e funzionale per i veterinari pubblici.

A inizio 2010 in città era corsa voce che i medici del Servizio veterinario dell’Asl che operano presso il macello comunale si sarebbero trasferiti fuori Bra, perché i locali in cui erano ospitati i loro uffici erano troppo piccoli. Al sindaco Bruna Sibille la notizia non era piaciuta e aveva ottenuto dal direttore generale dell’Asl Cn2, GiovanniMonchiero, garanzie sulla permanenza del servizio in città.

Restava però da risolvere il problema degli uffici, a fronte di risorse economiche comunali sempre più ridotte. «Abbiamo colto l’occasione della scadenza di un contratto di locazione con cui ilComuneaveva in passato dato in affitto un locale posto sul retro del mattatoio civico, all’incrocio tra le vie Ballerini e Solferino. L’“inquilino” è la Dimar, proprietaria di catene di supermercati, che in quei locali ha un punto vendita hard discount. Abbiamo accordato alla società un rinnovo di contratto abbastanza lungo a fronte di alcuni vantaggi per il Comune: la Dimar deve ristrutturare l’immobile ormai fatiscente. Il canone di affitto è stato aumentato da 18 mila e 33 mila euro l’anno e la Dimar ha ceduto una porzione del fabbricato e anticipato 110 mila euro di affitto, così il Comune ha potuto restaurare alcuni locali per creare il nuovo ufficio dei veterinari, ma anche due locali a disposizione del quartiere».

Per i macellai braidesi e per il Comune di Bra il macello è un “fiore all’occhiello”. La carne è tradizionalmente uno dei prodotti d’eccellenza del territorio e l’impianto di macellazione in loco ha contribuito a garantire la qualità delle carni bovine proposte nelle macellerie della zona. Una qualità frutto anche di un costante controllo operato proprio dai medici del Servizio veterinario.

Per compensare il Comune della realizzazione a suo carico della nuova sede del Servizio veterinario, l’Asl ha concesso in comodato l’edificio di piazzetta Valfrè – che in passato ospitava il Centro di igiene mentale – per il quale il Comune prevede la trasformazione in “Casa delle associazioni”.

Diego Lanzardo