Via Regina Margherita cambierà il suo volto

«Una riunione che si svolge il 29 febbraio (serata che capita solo una volta ogni 4 anni) non poteva che avere dei buoni frutti«. Così Valerio Tibaldi, segretario della Pro loco di Pollenzo, commentando l’incontro che si è svolto nella serata di mercoledì scorso, alla presenza del sindaco Bruna Sibille, dell’assessore ai lavori pubblici Luciano Messa, del consigliere comunale Marco Moda e di molti rappresentanti della frazione. Tra loro Flavio Magliano (presidente della Pro loco), Tore Milano (Studio 13), Piermichele Ciravegna (associazione Il Ponte), Massimo Burdese (gruppo volontari) e Livio Astegiano (presidente del Comitato di quartiere), tre rappresentanti delle attività commerciali e alcuni residenti. Oggetto dell’incontro: la nuova viabilità all’ingresso del “real borgo”, in particolare di via Regina Margherita. Spiega l’assessore Messa: «Siamo partiti da una semplice ipotesi di riasfaltatura della via che – iniziando di fronte al nuovo Ufficio turistico – conduce all’intersezione con via Stilicone, terminando di fronte alla trattori Savoia. Mentre esaminavamo il tratto stradale, insieme al collega alla viabilità Beppe Bonetto, ci siamo resi conto che questa importante arteria era veramente caotica, senza marciapiedi, percorsa nel doppio senso dalle automobili, che spesso venivano anche parcheggiate in modo disordinato.

Allora abbiamo deciso di effettuare uno studio di fattibilità di una vera e propria riqualificazione urbana che abbiamo sottoposto all’assemblea». Continua il sindaco Sibille: «Partendo dal dato di fatto che Pollenzo è un sito patrimonio dell’Unesco, molto visitato in qualunque periodo dell’anno, abbiamo pensato di realizzare un intervento su via Regina Margherita – sulla quale insistono quattro edifici pubblici, negozi e abitazioni – simile a quelli realizzati in Bra in via Audisio e Pollenzo. Sono molto soddisfatta della risposta positiva ottenuta». Ancora Messa: «La via sarà a senso unico.

Nel tratto centrale, partendo dalla pizzeria, realizzeremo i marciapiedi su ambo i lati mentre in quello finale si costruiranno solo da una parte. Rifaremo il fondo stradale e creeremo dei parcheggi. Il tutto per un costo preventivabile in 250 mila euro, che dovranno essere inseriti nel capitolo dedicato alle strade. Adesso i tecnici della mia ripartizione studieranno il progetto preliminare che poi sottoporremo alla commissione lavori pubblici, ai commercianti e ai frazionisti». Conclude Livio Astegiano, presidente del Comitato di frazione: «Ringrazio l’Amministrazione che con questo intervento andrà a valorizzare la via più commerciale del borgo, rendendola sempre più vivibile dall’intera collettività».

Valter Manzone

Foto Marcato