Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

La Passione a Pocapaglia

[imagebrowser id=18]

La ventisettesima edizione della  Passione vivente di Macellai di Pocapaglia si è svolta il Venerdì Santo con grande partecipazione di fedeli. Partendo dalla piazza della frazione i figuranti  sono giunti alla parrocchiale e poi al colle, raffigurante il Calvario e la crocifissione. Il percorso si è snodato  in sette momenti: l’ultima cena, il processo, il tradimento, l’uomo dei dolori, il pentimento, la crocifissione, per chiudere con la risurrezione. La grande rappresentazione in costume, preparata con cura dai parrocchiani, anche giovanissimi, con giochi di luce, preghiere e canti attira ogni anno migliaia di spettatori. I testi adottati sono stati scritti 24 anni fa dallo scomparso don Maso Bonamico di Sommariva del Bosco, che li adattò ispirandosi a un’antica tradizione medievale basata sul Vangelo di Giovanni, rappresentata fino al ’700.

Foto di Severino Marcato