La Giornata del donatore. Festa della solidarietà

All’entrata di Alba c’è un monumento su cui sta scritto: «Io ho quello che ho donato».

Donare è mettere in comune. Il 10 giugno, in occasione della Giornata nazionale del donatore (il 14), nelle strade del centro c’è stata la sfilata di centinaia di persone appartenenti ad Avis, Fidas, Donatori di sangue della Croce rossa, Sos e Gruppo autonomo sangue Mombracco, che hanno deciso di esserci senza distinzioni. La provincia di Cuneo è una delle prime nella classifica dei donatori di sangue, ma ancora molto resta da fare. «La giornata del donatore festeggia e mette in risalto l’importanza del donare: in un momento in cui il pessimismo e il catastrofismo imperversano, senza lasciare spazio alla speranza, c’è sempre più bisogno di persone che contribuiscano a migliorare la nostra società», dice Giorgio Groppo del Csv.

[nggallery id=38]


al.co.

Foto Severino Marcato