La Guardia di finanza di Cuneo scopre due finti ciechi

I militari del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanzia di Cuneo hanno scoperto e denunciato una presunta truffa ai danni dell’Inps compiuta da due pensionati, un uomo di 69 anni e una donna di 57. Il primo, residente a Cuneo, da alcuni anni era riuscito a farsi certificare lo stato di cecità parziale e poco tempo fa aveva inoltrato alla Commissione medica provinciale una richiesta per farsi riconoscere la condizione di cieco totale. La donna, abitante in provincia, da circa dieci anni era stata dichiarata completamente cieca.

Le attività di osservazione delle Fiamme gialle hanno rivelato che il pensionato – beneficiario di un assegno di accompagnamento mensile – mostrava un comportamento normale: andava a fare acquisti attraversando sulle strisce pedonali e accertandosi che dai due sensi di marcia non sopraggiungessero veicoli; è stato visto aggirarsi tra i banchi del mercato di piazza Galimberti, spingendo il passeggino della nipotina; gettava i rifiuti di casa utilizzando, senza alcun problema, i diversi contenitori della raccolta differenziata. Anche la donna si è mostrata in grado di andare da sola e senza alcun aiuto presso esercizi pubblici: è stata notata fare acquisti, dare una scorsa agli articoli di un quotidiano prima di metterlo nella borsa, pagare la spesa scegliendo, senza sbagliare, banconote e monete. Comportamenti che sono stati filmati dai Finanzieri e trasmessi alla Procura della Repubblica di Cuneo, a corredo della denuncia per truffa aggravata ai danni dello Stato nei confronti dei finti invalidi. Le somme percepite nel corso degli anni ammontano a oltre 80.000 euro.