Tc Alba promosso in serie B!

 Tennis  Battuto per 4-3 in semifinale il Ct Firenze e in finale (4-2) il Tc Italia Forte del Marmi

Era una questione di cuore, di rispetto e di blasone. Era un conto rimasto in sospeso, una nobiltà smarrita e ritrovata nel respiro di due stagioni. Il Tennis club Alba, dopo gli splendori della A1, ritrova con pieno merito la serie B nazionale con la forza del vivaio e l’aiuto di un grande Tihomir Grozdanov. I ragazzi, capitanati da Andrea Bonaffini, dopo essersi laureati campioni regionali hanno conquistato due vittorie nel girone nazionale della serie C, cogliendo il pass per la promozione.

Il primo passo è stata la difficile trasferta al Ct Firenze, dove il Tc Alba è riuscito a prevalere solo al doppio di spareggio. Dopo aver chiuso i singolari in vantaggio per 3-1 per merito di Guelfo, Genta e Grozdanov, i langaroli sono stati raggiunti nei due doppi, prima di prevalere con Grozdanov-Bonaffini nel match decisivo.

Il capolavoro ha visto il suo culmine domenica scorsa, quando a Ricca si è presentato il Tc Italia Forte dei Marmi. La giornata si è aperta col successo di Genta su Bigini per 6-3 6-1. A riequilibrare le sorti dell’incontro ci ha pensato Martini, bravo a piegare le velleità del giovane Guelfo con un perentorio 6-1, 6-1. Poi, il bulgaro Grozdanov ha riportato in vantaggio i padroni di casa, superando agevolmente Piolanti con il punteggio di 6-2, 6-1. La superiorità di “Toto” (così è stata soprannominata la punta di diamante del team albese) è stata evidente sin dai primi scambi. Nell’ultimo singolare di giornata non è riuscito il miracolo ad Andrea Bonaffini, opposto al forte Bramanti. Bonaffini ha pagato un inizio timido che lo ha portato subito sotto per 5-1. Qui ha però trovato grinta e cattiveria agonistica, riequilibrando le sorti del set grazie all’innalzamento del ritmo di gioco e alla varia gamma di rotazioni capace di indurre l’avversario all’errore. Sul 6-6 Bramanti ha però trovato alcune soluzioni vincenti e, soprattutto grazie al servizio, si è aperto la strada per la vittoria nel primo parziale. Nel secondo set l’albese è parso alquanto stanco e, probabilmente a causa della rimonta mancata, privo della consueta determinazione. Il Tc Italia ha così siglato il punto del momentaneo 2-2.
I toscani si sono poi resi protagonisti di un duplice ritiro nei doppi che ha spianato la strada agli albesi per il ritorno nel tennis che conta. Mentre la coppia Bonaffini-Torchio era in vantaggio per 3-0 nel primo set su Bramanti-Bigini e il duo Grozdanov-Genta conduceva 1-0 su Martini-Piolanti il team di Forte dei Marmi ha inspiegabilmente alzato bandiera bianca.

A Ricca è così esplosa la festa per una promozione che riavvicina la formazione che fu vicecampione d’Italia in A1 nel 2007 al tennis di vertice. Il merito va certamente alle colonne di questa compagine mai doma, dalla sorpresa Grozdanov alle eterne conferme di Bonaffini e Genta. Un plauso infine ai giovani Giacomo Guelfo ed Edoardo Torchio, che hanno meritato la fiducia di capitan Bonaffini contribuendo alla promozione.

Mentre sta per chiudersi un sipario, c’è già chi non vede l’ora che si apra il successivo, che potrebbe profumare di serie A.

Andrea Merlo