Bollani a Monfortinjazz

Si avvicinano le ultime due date di Monfortinjazz and more. Sabato 28 luglio nell’auditorium Horszowski di Monforte suonerà Stefano Bollani. Il celebre pianista, una costante sul palco monfortese, quest’anno suonerà con Hamilton de Holanda, mandolinista brasiliano tra i più apprezzati a livello mondiale. Il concerto combina il jazz con la musica popolare brasiliana.

Bollani ha cominciato giovanissimo a suonare il pianoforte e ha esordito come professionista a quindici anni. Dopo una prima esperienza nel pop, passa al jazz, collaborando con Richard Galliano, Gato Barbieri, Pat Metheny, Bobby McFerrin, Chick Corea, Michel Portal e Franco D’Andrea. Dal 1996 collabora con Enrico Rava, suo mentore, incidendo con lui quattordici dischi. Nel 1998 è stato nominato miglior nuovo talento da Musica jazz. Da allora ha collezionato premi e riconoscimenti compresa la laurea honoris causa dal Berklee college of music di Boston.

Negli anni Bollani ha consolidato anche il legame con il Sudamerica. Nell’autunno del 2011 ha proposto in seconda serata su Rai3 il programma Sostiene Bollani, condotto insieme con Caterina Guzzanti, seguito, il 30 aprile 2012, in occasione della giornata mondiale del jazz indetta dall’Unesco, dalla puntata Sostiene Bollani speciale. A Monforte Bollani si esibirà con Hamilton De Holanda, virtuoso del mandolino a dieci corde, da lui stesso realizzato. Lo suona con un metodo personale che gli ha valso il soprannome di Jimmy Hendrix del mandolino.
A conclusione della serata sarà offerto in degustazione il Barolo di Monforte dei produttori locali. Il concerto è alle 21.30. Il biglietto costa 35 euro ed è in vendita alle casse o in prevendita su www.ticketone.it e www.ticket.it.
Per informazioni occorre telefonare al numero 0173-78.129 oppure al 333- 868.51.49 (www.monfortinjazz.it).

 Elisa Pira