Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Marasso, enologo per il Moscato

Un’edizione “bollente” del Moscato rally coincide con la prima vittoria in carriera di Massimo Marasso e Marco Canuto, in gara su una Peugeot 207 superduemila. L’enologo di Neive, vicepresidente del Consorzio dell’Asti Docg e winemaker alla Fratelli Martini di Cossano Belbo, ha costruito il successo grazie al miglior tempo fatto segnare in quattro delle sei prove speciali che hanno caratterizzato l’undicesima edizione della gara promossa dalla 991 Racing, valevole per il challenge di zona e per il campionato Piemonte e Valle D’Aosta.

Marasso ha assunto le redini della gara già dall’inizio, facendo segnare il miglior tempo nei primi tre tratti cronometrati prima di assistere alla reazione di Fabio Carosso (sindaco di Coazzolo e vincitore delle edizioni 2009 e 2010) e Gilberto Calleri, anche loro su una Peugeot 207 superduemila con la quale hanno vinto il secondo e il terzo passaggio a Valdivilla, confermandosi gli avversari più pericolosi dell’equipaggio leader, dal quale hanno chiuso con un distacco di 17”5. In terza posizione con 48”3 di ritardo, il bergamasco Stefano Capelli, vincitore della classe superduemila nell’Irc Pirelli 2011, al via con Elio Tirone sempre con una Peugeot 207 superduemila.

La premiazioni dei vincitori Marasso-Canuto

Appena giù dal podio concludono Luca Arione ed Elena Cestari su Renault Clio R3, nonostante il tempo imposto sulla quinta prova speciale a causa di un incidente senza gravi conseguenze per la Renault Clio supermillesei di Ezio Grasso e Fausto Chiarle. L’equipaggio cossanese era settimo assoluto dopo la quarta prova speciale. Quinto posto per il santostefanese Marco Ciriotti che, con Daniele Araspi, ha vinto la classe supermillesei con una Renault Clio. Davide Destefanis e Marco Bolla chiudono in sesta posizione sulla Mitsubishi Evo, davanti all’albese Armando Defilippi e Monica Ulberti su Renault Clio. Marco Petracca e Cristiano Giovo conquistano l’ottavo posto assoluto sulla Citroën Saxo, seguiti dall’astigiano Massimo Rivetti insieme a Morendo Bennardo sulla Peugeot 106. In decima posizione la Renault Clio di Rinaldo Vola, navigato dal vigile urbano di Mango Ugo Montaldo.

Hanno chiuso la gara cinquanta equipaggi sui settantacinque verificati. Nelle auto storiche successo per la Renault Alpine di Edoardo Paganelli e Patrizia Cascino.

Fabio Gallina