Servizio di metropolitana ogni ora da Bra per Torino

Potrebbe essere già attivato con il prossimo orario invernale delle ferrovie

A dispetto dei tagli operati su tante linee ferroviarie del Piemonte, qualcosa si muove per il progetto che prevede la stazione di Bra come “capolinea” di un sistema di trasporti metropolitani con al centro Torino. Un paio di anni fa la prevista linea Carmagnola-Chivasso era stata estesa fino a Bra. Un servizio che aumenterebbe notevolmente il numero di collegamenti tra Bra e il capoluogo piemontese.

Nei giorni scorsi il sindaco Bruna Sibille, insieme all’assessore alla viabilità Beppe Bonetto e ai consiglieri Pietro Ferrero e Christian Damasco, ha incontrato i vertici dell’Agenzia mobilità metropolitana, un consorzio di enti pubblici che ha l’obiettivo di migliorare la mobilità sostenibile dell’area metropolitana di Torino, ottimizzando il servizio di trasporto pubblico. Il Sistema ferroviario metropolitano (Sfm) è un progetto di riorganizzazione dei servizi ferroviari di interesse locale basato su cinque linee di ferrovia metropolitana, con treni cadenzati per tutto l’arco della giornata. Bra farebbe parte della linea numero 4.

Il sistema ferroviario metropolitano di Torino (clicca per ingrandire)

«Il presidente Giovanni Nigro e i due ingegneri dell’Agenzia che abbiamo incontrato ci hanno confermato che Bra è stazione di attestamento», sottolinea il sindaco Bruna Sibille, «adesso la parola passa alle Ferrovie dello Stato (Trenitalia e Rfi) per l’attuazione nel prossimo periodo. A Torino sono state svolte tutte le procedure, ora si attende la risposta da Roma».
Stante la difficile situazione economica degli enti pubblici, Bruna Sibille è molto cauta nel trattare l’argomento, ma per settembre le Fs romane dovrebbero esprimersi, quindi qualche novità potrebbe già entrare in vigore con il prossimo orario invernale.

Con l’inserimento nel Sistema ferroviario metropolitano durante il giorno Bra dovrebbe essere collegata ogni ora con Torino e addirittura ogni trenta minuti negli orari di maggior utilizzo da parte dei pendolari. «È un progetto molto importante anche per i futuri sviluppi», conclude il Sindaco di Bra. «La linea Carmagnola-Chivasso, prevista in origine, dovrebbe infatti essere divisa in due tronconi per renderla più gestibile. Nascerebbe così la Bra-Basse di Stura, collegando così la nostra città con Porta Susa e l’ipotizzato raccordo ferroviario con l’aeroporto di Caselle. È anche molto importante che Alba abbia inserito nel Piano territoriale integrato la progettazione di un servizio di metropolitana leggera di collegamento con Bra: se si riesce a raccordare le due cose per i trasporti locali sarebbe un bel passo avanti».

Diego Lanzardo